I large van possono dire la loro anche in elettrico specie in città sfruttando tutto il loro spazio in maniera ecologica

Spesso, pensando a un furgone elettrico ci vengono in mente sempre van di piccole dimensioni, o al massimo i medi. Pensandoci bene però sfruttare tutto lo spazio dei large van in maniera ecologica non è del tutto sbagliato.

I furgoni grandi (come il Mercedes Sprinter ad esempio) hanno il vantaggio sopratutto in città di ottimizzare il rapporto fra merce trasportata e consumi e quindi, a maggior ragione se elettrici, possono essere una validissima alternativa ai classici diesel. Questo il ragionamento che deve aver mosso Mercedes quando ha concepito l'eSprinter che assieme al fratello minore eVito rappresentano attualmente l'offerta elettrica della Stella.

Gallery: Mercedes-Benz eVito ed eSprinter per Amazon

Un gigante buono, per la città

L'eSprinter è si rivolge soprattutto a chi si muove nei centri urbani o nelle ZTL delle grandi città , non offrendo una grandissima autonomia dato che varia dal 110 ai 150 km circa, a seconda della capacità del pacco batterie se da 35 o da 47 kWh. Dalla sua ha però come detto la grande volumentria (11 metri cubi) e un'ottima guidabilità, data sia dal motore elettrico da 116 CV e 300 Nm di coppia, sia dalla trazione anteriore più intuitiva e comoda nel traffico.

La velocità massima è limitata a 80 km/h ma può essere elevata a richiesta fino a 100 o 120 km/h, con un occhio sempre all’autonomia. Oltre al sistema di recupero dell’energia che sfrutta le palette dietro al volante e offre 4 livelli, si può intervenire sulla marcia anche attraverso tre programmi di guida Comfort, Economy ed Economy plus che gestiscono principalmente l’erogazione al tocco dell’acceleratore.  

 

Gallery: Mercedes eSprinter, winter test