L'arrivo del motore nuovo e dell'MBUX permettono al mid van della Stella di colmare alcune piccole lacune che minavano la sua leadership

Se dovessimo selezionare un paio di elementi per cui consigliare l’acquisto di un Mercedes Vito al primo posto ci sarebbe sicuramente il motore e al secondo, probabilmente, la versatilità. Fino ad ora invece l’infotainment nelle sue varie declinazioni era un po' datato. Con l’ultimo restyling il mid Van della stella fa quello che ogni cavallo di razza dovrebbe fare: si rafforza li dove è già vincente e prova a migliorare le sue carenze.

Tutto questo per dire che l’introduzione del nuovo motore 2,0l OM 654 dà ancora più efficienza alla meccanica mentre l’ingresso a listino di nuovi accessori di infotainment basati su MBUX uniti a nuovi dispositivi di sicurezza e assistenza come il Distronic e il Brake Assist adattivo, oppure le sospensioni pneumatiche Airmatic (solo su Tourer), contribuiscono a colmare alcune lacune ancora presenti nella gamma.

Gallery: Mercedes-Benz Vito 2020

Com’è Fuori

Esteticamente il vito MY20 non modifica molto rispetto al suo predecessore tranne che per una riconfigurazione della griglia del radiatore con la Stella Mercedes posizionata al centro e circondata da tra lamelle di colore nero.

Mercedes-Benz Vito 2020, particolari e dettagli

A richiesta è possibile anche avere la griglia cromata. Nulla cambia ovviamente per dimensioni esterne e volumetria interna. Con tre lunghezze, con due passi, tre sistemi di trazione e un carico utile che può arrivare a 1.369 kg. Disponibili anche una gamma di colori carrozzeria ampliata e nuove opzioni di Cerchi da 17, 18 e 19 pollici.

Com’è dentro

Sicuramente l’interno è quello che evidenzia maggiori differenze a partire dall’estetica che ora vede la sostituzione del tessuto dei rivestimenti con una nuova nuance chiamata "Caluma" più elegante ma anche più robusta. L’impatto un po’ forte che sia aveva con la plancia completamente nera è attutito dal design delle nuove bocchette di ventilazione al lati opposti del cruscotto dal look a turbina.

Mercedes-Benz Vito Tourer 2020, interni


Al centro della plancia spicca, invece il nuovo sistema di infotainment che offre la ricezione radio digita DAB+, interfaccia bluethooth cone vivace, e presa USB per la ricariche cellulare, che però, purtroppo non ha un suo vano dedicato. I nuovi sitemi offrono scgemo touch da 7'' con integrazione Apple CarPlay e Android Auto. Quindi piena connettività, navigazione in rete e possibilità di accedere l’intero pacchetto di servizio online Mercedes Pro.

Piacere di guida

Come detto all’inizio fra i punti di forza del Mercedes-Benz Vito c’è sicuramente il motore e l’upgrade ottenuto grazie all’OM 654 e un'ulteriore garanzia di successo almeno da questo punto di vista. L'erogazione è ancora più fluida e l’affidabilità maggiore, mentre i consumi scendono grazie anche ai nuovo sistemi di catalizzazione, alle tecnologie Nanoslide dei pistoni e alla combinazione: basamento in alluminio e pistoni in acciaio. Diminuite anche le vibrazioni e la rumorosità.

Mercedes-Benz Vito 2020, dinamiche su strada

La motorizzazione provata (non la più potente) quella con trazione posteriore e 160 CV di potenza non ha deluso. Interessante testare anche l’abbinamento con il cambio automatico 9G Tronic tanto che è stato scelto come primo e unico equipaggiamento in quasi tutte le trazioni, posteriori tranne proprio la versione 116 da 160 CV che offre anche l’opzione del manuale.

In ogni caso anche con il manuale la spinta è ottimale e la coppia disponibile in un ampio range di giri limita le cambiate e l’utilizzo dunque della frizione che nel traffico fa la differenza. Diretto lo sterzo e ancora fra le migliori del segmento la posizione di guida, quasi automobilistica.

Comfort

La comodità in un veicolo commerciale è una perla abbastanza rara, almeno nei termini che possiamo applicare anche alle auto. Comfort in un van è sopratutto ergonomia della cabina sicurezza e assistenza alla guida. E in questo il Vito MY20 ha fatto un bel progresso. Inserendo fra gli ADAS disponibili: il sistema Distronic l’assistente di frenata e la possibilità di variare i programmi di guida attraverso il selettore Dynamic. Di serie troviamo anche il sistema di monitoraggio pneumatici e l’intero sistema luci a LED.

Mercedes-Benz Vito 2020, dinamiche su strada

Sicurezza ed ergonomia che si traducono dunque in maggior comfort per un lavoro meno stancante. Questo non vuol dire che il progetto globale non ha piccoli difetti, per esempio il diametro dello sterzo è rimasto un po’ ai livelli dei vecchi furgoni e l’assistenza alla svolta, almeno sulle versioni trasporto merci, non è proprio morbidissima. Nonostante ciò Vito resta un furgone ancora attuale. In attesa però di una prossima generazione che dovrà fare faville se vorrà mantenere la leadership nel segmento.

Quanto Costa

Il listino del Vito Furgone parte da 24.027 euro più Iva, mentre il Mixto con cabina doppia da 25.554 sempre con l’Iva da aggiungere. L'offerta di Mercedes che parte dal 21 settembre 2020 prevedere un leasing di 29.908 euro come prezzo di partenza per il vito Long 144 CDI a trazione anteriore che prevede per i primi sei mesi un rata di 30 euro più Iva e le successive di 290 euro più Iva per un totale di 48 rate o 80mila km