Continua la crescita del mercato dei veicoli pesanti anche a maggio 2024 anche se con un ritmo più che dimezzato rispetto al mese di aprile dei quest'anno. Secondo l'interpretazione del Centro Studi e Statistiche di UNRAE, sulla base dei dati del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il segno più è dato sopratutto dalla coda di smaltimento degli stock di camion pre entrata in vigore delle norme GRS il 7 luglio.

Dopo quella data con la necessità di immatricolare camion nuovi e aggiornati con i dispositivi di sicurezza aggiuntivi le cose potrebbero cambiare e numeri potrebbero adattarsi alla reale situazione del mercato.

I dati nel dettaglio

A maggio l’andamento del mercato dei veicoli pesanti risulta in crescita del 5,0%, con un totale di 3.090 immatricolazioni rispetto al già buon risultato di 2.942 del 2023. Segna un incremento consistente la fascia dei veicoli leggeri sotto le 6 t, a +82,6% sull’anno precedente. Buona anche la performance dei mezzi pesanti di massa uguale o superiore a 16 t, che mostrano un avanzamento del 6,0%, mentre frena ancora il segmento medio-leggero tra le 6,01 e le 15,99 t (-16,1%).

MTT

MAGGIO 2023

MAGGIO 2024

VARIAZIONE %

> 3,5 t

2.942

3.090

+5,0

da 3,51 a 6 t

69

129

+82,6

da 6,01 a 15,99 t

369

310

-16,1

=> 16 t

2.504

2.654

+6,0

Guardando alle motorizzazioni nei primi cinque mesi del 2024 le immatricolazioni di veicoli industriali elettrici (106) superano di gran lunga quelle dello stesso periodo dello scorso anno (16) e si avvicinano ai volumi di mercato dei veicoli a GNL (129), in netta flessione rispetto al passato.

Infografica UNRAE maggio 2024

Infografica UNRAE maggio 2024

A commento dei numeri in UNRAE attraverso la voce di Paolo A. Starace, presidente della Sezioni Veicoli Industriali si ritiene fondamentale un sostegno concreto alla domanda di veicoli di ultima generazione, soprattutto in considerazione degli sforzi richiesti alle Case costruttrici nel processo di transizione ecologica, i cui target sono stati confermati dal nuovo Regolamento UE 2024/1610 pubblicato pochi giorni fa, che prevede una riduzione del 45% delle emissioni di CO2 dei nuovi veicoli industriali entro il 2030.

Sebbene i veicoli pesanti elettrici siano in costante crescita in termini di quota di mercato , il loro ritmo di adozione risulta ancora troppo lento rispetto agli obiettivi di decarbonizzazione. È necessario che il Governo intervenga tempestivamente agevolando le motorizzazioni più virtuose, come già avvenuto con l'Ecobonus per i veicoli commerciali leggeri e medi (N1 e N2) e le autovetture (M1) .

Gallery: Mercato Camion 2024