I furgoni di grandi dimensioni di Stellantis Pro One diventeranno presto anche a idrogeno, con autonomia fino a 500 km. Lo ha annunciato in queste ore il Gruppo guidato da Carlos Tavares, insieme alla presentazione dei restyling dei mid van con celle a combustibili, già in vendita da alcuni anni.

L'azienda non ha divulgato informazioni dettagliate riguardo le caratteristiche tecniche, tuttavia è probabile che la meccanica dei nuovi van sarà basata su quella attualmente in produzione, con alcuni affinamenti.

Otto per tutti

L’offerta di Stellantis Pro One a idrogeno, una volta completata, sarà composta da otto veicoli con powertrain fuel cell prodotto da Symbio. In dettaglio si tratta dei Citroen e-Jumpy ed e-Jumper, dei Fiat Professional E-Scudo ed E-Ducato, degli Opel Vivaro e Movano e dei Peugeot E-Expert ed E-Boxer.

In base a quanto dichiarato la produzione inizierà nelle prossime settimane, durante le quali presumibilmente saranno divulgate informazioni tecniche più dettagliate. In occasione di questa piccola anticipazione, tuttavia, il Gruppo ha già reso noto che tutti i van e i relativi powertrain sono stati progettati per resistere all’uso intensivo da parte dei clienti e che le versioni a celle a combustibile dei furgoni commerciali saranno equipaggiate con la tecnologia già utilizzata nelle varianti 100% elettriche.

Lo stabilimento Stellantis di Atessa

Lo stabilimento Stellantis di Atessa

La seconda generazione per i medi

Scendendo più nel dettaglio, per i furgoni di medie dimensioni si tratterà della seconda generazione del sistema a celle a combustibile, con un’autonomia che dovrebbe toccare i 400 km complessivi, abbinata a tempi di rifornimento inferiori a quattro minuti.

Per i furgoni di grandi dimensioni invece, che sono la vera novità, l’aggiunta della tecnologia fuel cell dovrebbe consentire di raggiungere un’autonomia a zero emissioni fino a 500 km, con tempi di rifornimento di cinque minuti.

I mid van a idrogeno di Stellantis Pro One

La produzione dei mid van avverrà nello stabilimento di Hordain, in Francia, mentre la produzione dei large van avverrà nello stabilimento di Gliwice, in Polonia e durante la presentazione Jean-Michel Billig, Chief Technology Officer di Stellantis per lo sviluppo dei veicoli a celle a combustibile alimentate a idrogeno, ha commentato:

“L’iniziativa di inserire nelle nostre linee di produzione prima i furgoni di medie dimensioni a celle a combustibile e ora anche i furgoni di grandi dimensioni è una dimostrazione del nostro impegno a mantenere la leadership nella tecnologia dell’idrogeno più all’avanguardia e a renderla disponibile ai nostri clienti più esigenti.

"Le competenze e la dedizione dei nostri team di ingegneri e l’efficacia dei nostri processi operativi sono essenziali per perseguire gli obiettivi del piano strategico Dare Forward 2030 e per mantenere la leadership nel segmento dei veicoli commerciali a zero emissioni”.

Per saperne di più, riguardo le caratteristiche meccaniche e tecniche, i prezzi e le disponibilità bisognerà attendere ancora alcune settimane.