Mentre aspettiamo trepidanti il nuovo pick-up Fiat Titano in arrivo nel 2024, possiamo dare una sbirciata a come evolve il modello base, che arriva dalla Cina e in passato ha già dato vita al Peugeot Landtrek. Si tratta del Changan Hunter, che in questi anni ha già ricevuto delle modifiche ma che con l'ultimo step riceve addirittura un motore ibrido plug-in e un look molto più futuristico, soprattutto nella parte anteriore.

La parte anteriore cambia completamente rispetto a quello che conosceremo come Titano, con fari a Led dal profilo a T che mettono in risalto una grande griglia nera lucida e dettagli cromati. Il risultato è abbastanza futuristico, soprattutto se paragonato a un posteriore che è cambiato molto meno. 

All'interno, Hunter aveva adottato in precedenza un'architettura con due display integrati ed in linea con gli standard attuali del mercato. Changan parla anche di novità negli ADAS, ma non descrive nei dettaglio cosa è stato introdotto nel nuovo pick-up medio rispetto alla versione precedente. In ogni caso, proprio gli schermi sono già un'evoluzione notevole.

Changan Hunter 2024

Changan Hunter 2024, gli interni

Un ibrido molto elettrico

Ad ogni modo, ciò che risalta davvero più di tutto è il "pacchetto" ibrido plug-in applicato al motore Diesel da 190 CV a cui si aggiungono due motori elettrici, uno su ciascun asse, con una batteria da 31,2 kWh ricaricabile da fonte esterna. L'autonomia elettrica annunciata è di circa 180 km, mentre potenza e coppia totali del sistema non sono ancora state rivelate.

Fiat Titano arriverà all'inizio del 2024 e si si posizionerà contro i tradizionali avversari e best seller del segmento de pick-up medi come Toyota Hilux, Chevrolet S10, Ford Ranger, puntando su un interessante rapporto tra contenuti e prezzo e un motore 2.2 turbodiesel nella fascia dei 200 CV

Gallery: Fiat Titano