A pochi anni dall'ultimo ampliamento lo stabilimento ungherese in cui la coreana Hankook ha avviato la produzione di pneumatici per camion e bus destinati ai mercati europei si prepara a un nuovo progetto di espansione. 

Lo scorso 23 novembre, infatti, il consiglio di amministrazione della società ha approvato la richiesta di costruzione di una nuova linea di produzione di pneumatici che aumenterà la capacità di quasi il 50% rispetto all'attuale, già superiore alle 550.000 unità.

Obiettivo 800.000 pneumatici l'anno

L'investimento complessivo da parte di Hankook ammonterà a circa 540 milioni di euro. I lavori dovrebbero consentire di arrivare ad avere entro il 2027 una capacità di 800.000 unità l'anno.

Aperto nel 2007, lo stabilimento di pneumatici di Rácalmás, nella regione transdanubiana centrale che è nel cuore del Paese, è in funzione dal 2007 e rappresenta il polo strategico per l'espansione commerciale del marchio coreano nel mercato del Vecchio Continente.

Hankook farà in Europa le gomme per i camion

La sua capacità complessiva, con il completamento della terza fase di costruzione, quella che l'ha portata ai livelli odierni potenziando proprio la parte destinata alle coperture per veicoli pesanti con un investimento di 290 milioni di euro, ha superato i 17 milioni di pneumatici tra prodotti per autovetture e veicoli commerciali leggeri fino a camion e autobus.

Quest'anno lo stabilimento ha ricevuto anche l'ambita certificazione ISCC PLUS (International Sustainability & Carbon Certification).

Quasi 2.400 al giorno

La nuova espansione creerà circa 450 nuovi posti di lavoro e porterà la capacità giornaliera a 2.380 pneumatici per autocarri e autobus per un totale, appunto di circa 800.000 unità l'anno. Attualmente Hankook conta ben otto siti produttivi in tutto il mondo con una capacità totale di circa 102 milioni di pneumatici l'anno.