Renault Trucks ha annunciato di aver completato la conversione in elettrico di un camion serie D. Si tratta del primo esperimento pratico per quello che potrebbe presto diventare un servizio che la Casa intende offrir ai clienti nel suo programma di aumento della vita utile dei veicoli.

Così come Renault autoveicoli, anche Renault Trucks ha adottato una strategia basata sulla conservazione del valore che mira a incoraggiare l'aggiornamento e l'adeguamento dei veicoli, allungandone appunto la carriera, piuttosto della loro sostituzione, iniziativa che annovera già oltre 1.500 autocarri riconvertiti nella Used Trucks Factory di Bourg en Bresse e altri 700 ricondizionati nel Centro Veicoli Usati di Lione.

L'elettrico per svoltare

Con i programmi già avviati, Renault Trucks calcola di aver contribuito a risparmiare oltre 5.000 tonnellate di CO2 rispetto a quelli che avrebbero prodotto lo smaltimento di un veicolo vecchio e la produzione del suo sostituto.

Il piano della Casa, come quello della Renault che costruisce automobili e van, è quello di ridurre i volumi produttivi e raddoppiare gli anni di servizio dei mezzi co un programma di manutenzione avanzata che li mantenga al passo dal punto di vista tecnico e tecnologico, riciclando, riconvertendo e riutilizzando il più possibile secondo il nuovo modello di economia circolare.

La possibilità di trasformare i camion in camion elettrici tramite kit retrofit è l'ultimo elemento che consentirebbe di aumentare ancora e in modo sostanzioso il contributo alla riduzione delle emissioni.

Il mezzo su cui è stata condotta la trasformazione sperimentale è un D da 12 tonnellate convertito in elettrico con la collaborazione della Novumtech, una start-up esperta nella progettazione e produzione di batterie, e il sostegno finanziario dell'ADEME, agenzia per l'ambiente e la gestione dell'energia.

Va tutto a batteria

L'operazione è stata portata a termine nel centro tecnico di Lione modificando solo lo stretto necessario, ossia rimuovendo motore, cambio, serbatoi del carburante e dell'AdBlue e tutti i relativi componenti di contorno come la pompa idraulica del servosterzo, il compressore per le sospensioni e i freni e quello dell'aria condizionata.

Tutti questi organi sono stati sostituiti da motori elettrici e compressori azionati elettricamente oltre che da un sistema di riscaldamento sempre elettrico. Il propulsore è stato collegato alla trasmissione senza bisogno di cambi e alimentato da una batteria agli ioni di litio da 210 kW, corredata da un caricabatterie di bordo da 22 kW.

Ora, Renault Trucks attende l’omologazione e la conferma della conformità alle normative. Fatto questo, inizierà una nuova fase di test in condizioni operative reali in partnership con con Clovis Grand Paris.

Gallery: Renault Trucks T E-Tech 2024