Helixx è una società tecnologica globale con base nel Regno Unito che ha deciso di investire nel settore, al momento piuttosto prolifico, dei veicoli elettrici e in particolare dei furgoni per le consegne dell'ultimo miglio, di cui ha svelato poche ore fa il primo prototipo funzionante.

Questo mezzo rappresenta un'anteprima non soltanto del furgone che Helixx intende commercializzare a breve, ma anche sella filosofica costruttiva e produttiva di questa società: caratterizzato da un "cube design" che secondo l'azienda promette sicurezza e modernità, è progettato per essere facile da assemblare e spazioso, dunque ottimizzato sul fronte sia dei costi sia dell'operatività.

Primo di una gamma

Helixx prevede di avviare la produzione nel 2024 e affiancare da subito questo a modello anche un pick-up per il settore edile e uno con spazio per più passeggeri e un cassone aperto o chiuso per le flotte di ride-hailing.

La struttura è progettata attorno a un principio costruttivo che lo rende facile da replicare in un network di fabbriche e hub collegati e anche semplice da personalizzare: comprende infatti soltanto cinque componenti strutturali di base che si accoppiano in modo agevole per un assemblaggio semplice che riduce significativamente i costi di produzione ma genera n veicolo robusto e durevole.

Helixx, il primo prototipo del van elettrico facile da produrre

Helixx, il primo prototipo del mini-van elettrico

Stampato in 3D e incollato

il team Helixx ha utilizzato la stampa 3D per creare da zero tutti i componenti strutturali ed estetici della carrozzeria: ogni pezzo è stato modellato digitalmente per fornire la base di un sistema di stampaggio di polimeri riciclabili internamente su larga scala, il primo del settore. Ciò elimina la necessità di lavorazione della lamiera che richiede molta energia e semplifica la produzione fino al 50%.

L'assemblaggio è stato realizzato per incollaggio, dimostrando che la saldatura dei pannelli di carrozzeria stampati non è necessaria e semplificando ancora il processo di un 30% anche grazie alla riduzione del numero dei componenti.

Helixx, il primo prototipo del van elettrico facile da produrre

Helixx, il vano di carico

Il furgone dichiara una capacità di 2.100 litri e un carico utile massimo di 500 kg, una larghezza della porta posteriore di 110 cm e una lunghezza del vano di carico di 140 cm, abbastanza per ospitare la maggior parte dei pallet di spedizione in tutto il mondo. Il corpo è lungo 3,2 metri e largo 1,5 metri e la guida è centrale, in modo da ottimizzare lo spazio e risolvere il problema delle varianti con guida a destra o sinistra per i vari mercati.

Helixx, il primo prototipo del van elettrico facile da produrre

Il prototipo Helixx con il CEO Steve Pegg

Come sottolinea nella nota stampa Steve Pegg, CEO e co-fondatore di Helixx:

“Ci siamo allontanati dai principi di progettazione convenzionali per sfidare le complessità dei sistemi di produzione "legacy". Il veicolo rappresenta visivamente ciò che gli Helixx Mobility Hub con licenza possono produrre in soli 180 giorni dal sopralluogo iniziale del sito alla messa in strada dei veicoli, offrendo agli abbonati un accesso a partire da 0,25 dollari l’ora".

Una volta ottenute tutte le certificazioni, Helixx provvederà ad avviare una produzione di 100 esemplari preserie, mentre quella in grande serie dovrebbe partire successivamente nel sudest asiatico.

Gallery: Helixx, il primo prototipo del van elettrico facile da produrre