L’Europa ha dei dubbi sul Green Deal? Chiaramente a seconda della sponda politica dalla quale si guarda la questione le opinioni sono contrastanti, un dato di fatto, però, è che la Commissione Trasporti del Parlamento UE ha espresso un parere positivo all’equiparazione dei cosiddetti biocarburanti agli altri carburanti CO2 neutri e questa, sopratutto, per il mondo dei camion è una (buona) notizia.

Non sono stati toccati, in quella stessa sede, gli obiettivi di riduzione di emissioni di CO2 per il 2030, ma già possiamo parlare di un passo verso un maggior equilibrio. Se questo dipenda dall’addio di Frans Timmermans alla Commissione Europea, dove era, appunto, il responsabile per il Clima e il Green Deal non è certo, ma la notizia viene interpretata in maniera positiva negli ambienti della logistica e anche come una piccola vittoria italiana visto che l'attuale Governo ha sempre spinto in questa direzione.

Un cammino iniziato qualche tempo fa

Dopo l’apertura di credito del Parlamento europeo, arrivata a luglio, ora anche la Commissione Trasporti dello stesso Parlamento Europeo (TRAN) si è espressa favorevolmente all’inclusione dei biofuel nel novero dei carburanti CO2-neutri che possono concorrere alla decarbonizzazione dell’autotrasporto.

In più, la stessa Commissione parlamentare ha espresso parere positivo alla revisione degli obiettivi decisi dalla Commissione europea nella prima parte dell’anno, spingendo per un più prudente 75% di riduzione delle emissioni allo scarico rispetto ai livelli del 2019 in vista del 2040. La Commissione UE, invece, ha proposto una riduzione nell’ordine del 90%.

Biodiesel, la flotta sperimentale di Renault

Biodiesel, la flotta sperimentale di Renault

Soddisfazione nelle associazioni di categoria

Al di la delle parti politiche di maggioranza e opposizione sono le associazioni di settore che più plaudono alla decisione che, ripetiamo, è non vincolante visto che ci sono da compiere i passaggi alla Commissione Ambiente sempre del Parlamento UE per passare al cosiddetto Trilogo (Commissione, Consiglio e Parlamento) per ottenere un provvedimento definitivo.

In particolare Massimo Artusi vicepresidente di Federauto, con delega Trucks&Van il settore dell’Associazione che raccoglie i concessionari di veicoli Commerciali e industriali ha dichiarato che

"il voto con cui la Commissione Trasporti del Parlamento europeo ha espresso un parere secondo il quale anche i biocarburanti vanno inclusi nella definizione di carburanti CO2 neutri è un passo avanti verso quella soluzione equilibrata in grado di garantire contemporaneamente, attraverso un mix di soluzioni a zero climalteranti, la sostenibilità ambientale, sociale ed economica della transizione green". 

Ma dato che, come detto, si tratta solo di un parte non vincolante sempre secondo Artusi non bisogna abbassare la guardia, illudendosi che la proposta di regolamento sia stata adeguatamente e definitivamente corretta e l'Associazione si impegnerà perché venga perseguito un iter giusto e corretto e non un approccio ideologico.