Il Bilancio di sostenibilità per l'anno 2022 di Prometeon Tyre Group è stato approvato e pubblicato in queste ore.

Gli sforzi di tutto il Gruppo sono stati premiati per il secondo anno di seguito da Morningstar Sustainalytics, l’agenzia di rating ESG (Environmental, Social and Governance), che ha valutato la Corporate Social Responsibility dell'azienda, con l’obiettivo di aiutarla a comprendere e migliorare le sue azioni in merito ai principi di sostenibilità lungo tutta la catena produttiva. Ecco i dettagli.

Risultati più che positivi

I risultati ottenuti dal Gruppo Prometeon a seguito della valutazione sono stati del tutto positivi. In particolare il punteggio in termini di ESG Risk Rating è stato di 12.1 su 100 (più la società è vicina allo zero, migliore è la prestazione), confermando per il secondo anno consecutivo il livello basso di esposizione al rischio dei dipendenti e il livello alto del management.

L’azienda, oltre a migliorare il suo punteggio, che l’anno scorso era di 14.9, per il 2022 ha implementato anche la sua posizione all’interno della Sub Industry di riferimento (il mondo degli pneumatici), passando, al momento del rilascio del rating, dalla quinta alla terza posizione su 29. Allo stesso tempo, si è classificata al 15esimo posto nel settore autocomponents.

I nuovi pneumatici Prometeon

Gli pneumatici Prometeon G02

Verso il 2030

La pubblicazione del report è stata anche l'occasione giusta per l'azienda per "ripassare" la propria strada verso il 2030, nonché gli obiettivi da raggiungere. In ottemperanza con quanto richiesto dall'Europa, l’azienda si era impegnata a prefissare i target di riduzione ambientale il primo anno di vita di Prometeon dopo lo spin-off da Pirelli (2016).

Per raggiungere questi obiettivi sui consumi specifici, l'azienda prevede oggi continui investimenti da effettuare nei prossimi anni e una completa rivisitazione dei processi aziendali. Più nello specifico, il Gruppo auspica a ridurre il consumo di acqua di oltre il 53% e il consumo di energia, e conseguentemente le emissioni di CO2, di oltre il 30%.

I nuovi pneumatici Prometeon

I nuovi pneumatici Prometeon

A tal proposito, nel corso del 2022 grazie a investimenti in processi innovativi, come gli impianti di trattamento delle acque di rifiuto che hanno permesso di recuperarne circa il 20%, il Gruppo ha ridotto il proprio consumo totale di acqua di quasi il 10% rispetto al precedente anno.

Più in generale, grazie a processi mirati all’efficientamento dei processi produttivi, implementati con l’obiettivo di ridurre il consumo delle risorse e il relativo impatto ambientale, tutta l'azienda l'anno scorso è riuscita a ridurre il suo consumo energetico e le sue emissioni di CO2 di circa il 5%, insieme al consumo di solventi ridotto a sua volta di circa il 15%.