Volkswagen Veicoli Commerciali intende fare le cose in grande per il prossimo Bus Festival, in programma dal 23 al 25 giugno ad Hannover: la Casa ha infatti annunciato che farà sfilare oltre 70 esemplari della propria collezione.

Tra questi, oltre alle pietre miliari come il T1 del 1950 noto con il nomignolo di "Sofie", il più vecchio e meglio conservato ancora in circolazione, ci saranno alcune rarità e pezzi decisamente speciali, come il T1 Half-Track Fox da montagna, il T2 Electric e anche un Multivan Syncro di quarta generazione che detiene un record di... velocità.

Le star su ruote e...cingoli

Con oltre 6.000 mezzi attesi, quello di Hannover si confermerà anche in questa edizione il più grande e importante raduno di marca e modello dedicato alla leggendaria dinastia di Trasporter. Una dinastia che Volkswagen VC ha scelto di celebrare mostrando appunto anche qualche pezzo raro che testimonia una volta di più la versatilità e anche il ruolo innovativo di questi veicoli.

Volkswagen T1 1950 Sofie

Volkswagen T1 1950 "Sofie"

Il T1 1950 "Sofie"

Con il numero di telaio 20-1880, “Sofie” è il più antico autobus VW ancora circolante al mondo. Verniciato in color Dove Blue, "blu colomba", è il primo Bulli immatricolato nella Bassa Sassonia nel lontano 1950, ben 73 anni fa. Dopo aver lavorato per 23 anni, ma percorrendo in tutto meno di 100.000 km, viene ceduto a un appassionato che lo conserva per quasi 20 anni quasi senza muoverlo.

Dopodiché è venduto a un collezionista danese intenzionato a rimetterlo in sesto e portarlo a raduni e manifestazioni, operazione condotta con molta calma e portata a compimento soltanto nel 2003. Oggi questo esemplare rappresenta uno dei pezzi più significativi della Oldtimer Collection del reparto Volkswagen Commercial Vehicles di Hannover.

Volkswagen T1 Half-Track Fox

Volkswagen T1 Half-Track Fox

Il T1 Half-Track Fox

Il semicingolato visibile nell'area "Offroad" è l'ultimo rimasto di una serie molto speciale la cui storia nel maggio 1962: nato come un normale T1 e venduto in Austria, viene trasformato da Kurt Kretzner, un meccanico Volkswagen viennese che lo dota di quattro assi, due con trazione dotati di cingoli e due sterzanti il veicolo con pneumatici gemellati.

Grazie al doppio asse anteriore sterzante, il raggio di manovra è di soli 6 metri, quindi il mezzo può quasi girare su se stesso. Un differenziale a slittamento limitato assicura una trazione anteriore uniformemente distribuita anche nella neve profonda. Il motore è un 1.5 da 42 CV che garantisce una velocità massima di 40 km/h. Entrato nella collezione di Volkswagen V.C. nel 2018, viene restaurato e ridipinto nell'originale arancio.

Vookswagen T2 Electric 1978

Volkswagen T2 Electric 1978

Il T2 Electric 1978

Il fatto che l'autobus VW fosse spesso in anticipo sui tempi è dimostrato da un T2 con trazione elettrica che risale a ben 45 anni fa: nel 1970, Volkswagen crea infatti a Wolfsburg una divisione che progetta la prima Volkswagen a propulsione elettrica e nel 1972 presenta un prototipo sotto forma di pick-up con pianale aperto, poi prodotto in piccola serie anche come bus e furgone.

La città di Berlino ne acquista sette tra cui questo T2 del 1977, concesso in licenza il 14 aprile 1978 alla società di servizi di trasporto municipali di Berlino, che allestisce una stazione di "battery swapping", cambio batteria, dove l'unità al piombo scarica può essere sostituita con una completamente carica in soli cinque minuti.

In alternativa, è possibile caricare la batteria tramite una presa nella parte posteriore del veicolo. Inoltre, il furgone disponeva di un sistema di recupero in frenata. La batteria ha una capacità di 21,6 kWh, sufficiente per consentire al furgone elettrico di coprire fino a 85 km con un "pieno" e grazie al motore elettrico con potenza continua di 16 kW-22 CV, il furgone da 2.170 kg raggiunge una velocità massima di 75 km/h.

Volkswagen T3 California 1988

Volkswagen T3 California 1988

Il T3 California

Il California è uno dei camper di maggior successo al mondo. La sua storia inizia nel 1988 con un modello speciale basato sulla terza generazione di Transporter e sviluppato in collaborazione con Westfalia nella città tedesca di Rheda-Wiedenbrück. Presentato al Caravan Salon di Essen, riprende il collaudato layout del Westfalia Jokerma se ne differenzia per i grandi paraurti dell'esclusivo Multivan Carat.

Si può ordinare nei colori Pastel White e Marsala Red, con sedili e panca posteriore rivestiti in velluto grigio chiaro e cucinotto bianco-grigio e in alternativa al tetto sollevabile, è disponibile anche con tetto alto e grande finestra panoramica. Costa 39.900 marchi tedeschi, circa 10.000 meno del Westfalia e ha subito successo, con 5.00 unità vendite soltanto nel primo anno.

Volkswagen T4 Record Alaska-Ushuaia

Volkswagen T4 Record Alaska-Ushuaia

Il T4 Syncro del record Alaska-Ushuaia

Il nome "Panamericana" non definisce soltanto un percorso avventuroso tra l'Alaska e la Terra del Fuoco, ma anche un viaggio da record mondiale che Volkswagen Veicoli Commerciali ha completato nel 1999 con i piloti Andreas Renz e Matthias Göttenauer a bordo di un Multivan Syncro di quarta generazione di serie.

Il team ha impiegato appena 15 giorni, 14 ore e 6 minuti per percorrere i 22.880 km che separano la Prudhoe Bay in Alaska e Ushuaia in Argentina. Il breve tempo di percorrenza per la lunga distanza ha qualificato il team per un ingresso nel Guinness dei primati.

Foto - Bus Festival 2023, l'anteprima e le immagini di repertorio

Foto - Bus Festival 2023, l'anteprima e le immagini di repertorio

L'evento

Per chi si fosse deciso soltanto ora a partecipare, i biglietti giornalieri con prezzi a apretire da 10 euro sono ancora disponibili online su www.vw-bus-festival-2023.de e includono l'accesso a tutte le mostre, i concerti e gli eventi. Tra le star che animeranno la tre giorni dedicata alla storia e alla passione per la vanlife ci saranno Rea Garvey , Zoe Wees, Die Fantastischen Vier, Bosse e Luca Haenni.

Gallery: Bus Festival 2023, l'anteprima