In quanto città ospite della conferenza che ha sancito gli accordi sul clima, Parigi deve dare il buon esempio ed essere sempre in prima linea nelle operazioni di riduzione della CO2 iniziando dai servizi essenziali. Tra i quali non ci sono soltanto il trasporto pubblico e commerciale, ma anche la manutenzione e la gestione dei rifiuti urbani.

La Sepur, azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti in varie aree della città, ha scelto di rendere il servizio nella celebre circoscrizione 13 o 13eme arrodissement totalmente a zero emissioni e per farlo ha acquistato una flotta di camion elettrici di Renault Trucks.

Tagliate oltre 80 tonnellate di co2 al mese

La flotta è composta da 18 esemplari di D Wide E-Tech allestiti dalla specializzata Semat con compattatori anch'essi ad azionamento elettroidraulico e incaricati di raccogliere i rifiuti dei 180.000 abitanti del quartiere azzerando l'inquinamento anche acustico.

Ogni veicolo effettua circa un centinaio di raccolte a settimana, per un taglio stimato della CO2 pari a 21 tonnellate rispetto alla raccolta con veicoli a gas naturale. Yuri Ivanov, presidente di Sepur, spiega come questa operazione si inserisce nel programma aziendale di lotta alle emissioni.

“Ci siamo posti l'obiettivo di eliminare i veicoli diesel per tutte le operazioni di raccolta urbana entro il 2025”

Renault Trucks ha fornito una serie di D Wide elettrici a Sepur per la raccolta rifiuti a Parigi

La strategia Renault Trucks

Per Bruno Blin, presidente di Renault Trucks, si tratta di un'altra importante tappa verso gli obiettivi della Casa.

"Puntiamo a rendere elettrico il 50% dei nostri volumi entro il 2030 e, entro il 2040, tutti i veicoli che commercializzeremo saranno al 100% privi di combustibili fossili”,

Nel 2021 Sepur ha lavorato per oltre 1.300 comuni in 25 dipartimenti della sola regione dell'Ile-de-France, servendo un totale di 10 milioni di abitanti.

Gallery: I Renault Trucks D Wide E-Tech di Sepur