La transizione elettrica sta portando con sé un nuovo tipo di impegno per i costruttori, che oltre ai prodotti puntano a offrire ai clienti anche tutto l'insieme dei servizi per la ricarica e le tecnologie connesse

La statunitense Nikola ha avviato la stessa procedura anche en campo dell'idrogeno in vista del futuro lancio della variante fuel cell da lunghe percorrenze del suo camion elettrico Nikola Tre, e annuncia la creazione di un nuovo brand chiamato HYLA dedicato ai prodotti e ai servizi basati sull'idrogeno.

Due business in uno

Annunciato a fine gennaio con un evento organizzato nella sede di Nikola a Phoenix, in Arizona, questo nuovo marchio comprenderà tutte le soluzioni per la produzione, la distribuzione e l'erogazione di idrogeno destinata ad alimentare i camion a zero emissioni di Nikola. Il presidente dell'azienda statunitense, Michael Lohscheller, ha sottolineato come al momento si tratti di un'iniziativa all'avanguardia tra i costruttori di veicoli pesanti:   

"Nikola è l'unica azienda che sta integrando con successo un nuovo prodotto rivoluzionario, il camion a celle a combustibile a idrogeno, e l'intera catena di approvvigionamento dell'infrastruttura energetica dell'idrogeno sotto lo stesso tetto. La presentazione del nostro camion a celle a combustibile Nikola Tre e del rimorchio mobile flessibile per il rifornimento dimostra un vantaggio competitivo reale e sostenibile per i nostri clienti e sono prove significative che stiamo realizzando ciò che ci eravamo prefissati".

Naturalmente i servizi forniti potranno essere utilizzati anche per veicoli di altri produttori, come ha confermato Carey Mendes, presidente della divisione Nikola Energy:

"Il marchio HYLA rappresenta il business energetico di Nikola focalizzato sull'idrogeno e supporterà i nostri veicoli elettrici a celle di combustibile e quelli di altri OEM"

Fino a 800 km a zero emissioni

Con il Tre FCEV Nikola intende offrire il veicolo di Classe 8 a zero emissioni dalla più elevata autonomia. Questo avverrà anche grazie al risparmi odi peso che il sistema a celle di combustibile consente rispetto a un equivalente BEV, in quanto il peso delle batterie per una percorrenza così lunga supera quello del complesso fuel cell.

Il Nikola Tre FCEV è adatto per una varietà di applicazioni che vanno dal trasporto merci e intermodale al carico di camion metropolitano e meno del carico di camion a determinati casi d'uso di trasporto specializzato. Il tutto con l'ulteriore vantaggio di un tempo di rifornimento stimato in meno di 20 minuti presso le stazioni di rifornimento Nikola sulla base dei progressi tecnologici previsti, che renderà l'idrogeno un sostituto diretto del gasolio.

Nikola TRE FCEV 6X2

Nikola TRE FCEV 6X2

Una rete di fornitura già pronta

Con HYLA, Nikola sta sviluppando un sistema produttivo che metterà a disposizione fino a 300 tonnellate metriche al giorno (TPD) di idrogeno grazie alla collaborazione di varie aziende partner che predisporranno una serie di stazioni tra il 2024 e il 2026.

Tra queste, AZ Production Hub di Buckeye che ne fornirà fino a 150 tonnellate, a multinazionale Plug Power (già partner di Renault nella joint venture Hyvia) con fino a 125 tonnellate, Terre Haute di Wabash, nell'Indiana, con 50 tonnellate, KeyState nella contea di Clinton, Pennsylvania, con 100 tonnellate e TC Energy nella provinca canadese di Alberta con 60 tonnellate.

Gallery: Nikola TRE FCEV