Il mondo dei veicoli commerciali sta affrontando, già da parecchio tempo, la sfida dell’elettrificazione e, fra le tante strade che ha iniziato a percorrere, c’è anche quella dell’idrogeno come alimentatore di celle a combustibile per la produzione di energia elettrica all’interno dello stesso veicolo.

Pioniere, prima della sperimentazione e poi della realizzazione di veicoli di questo tipo, è Stellantis e in particolare il marchio Opel: già sul mercato con il suo Vivaro-e Hydrogen. Un veicolo che offre circa 400 km di autonomia a zero emissioni in fase di utilizzo che può caricare fino a 6,1 metrici di merci e che si “ricarica” completamente di idrogeno in tre minuti.

Ideale per le flotte... premium

Opel Vivaro-e Hydrogen è dunque un veicolo ideale per le flotte ma anche per chi deve percorrere parecchi chilometri  e ha esigenze di tempi brevi di ricarica. L’architettura a idrogeno è infatti integrata anche con una a batterie classica e dunque il veicolo si presenta come una sorta di ibrido plug-in che, a posto della benzina, si rifornisce di idrogeno, mantenendo sempre il funzionamento full electric.

Opel Vivaro-e Hydrogen

il volume di carico del Vivaro-e Hydrogen arriva fino a 6,1 metri cubi per 1.000 kg di portata

Il Vivaro, come dicevamo ha un volume di carico fino a 6,1 metri cubi e una portata di 1.000 chilogrammi, oltre a un peso rimorchiabile di 1.000 kg. Opel Vivaro-e HYDROGEN è disponibile anche  in due lunghezze: M e L (4,95 e 5,30 m) ed è già entrato in piene operazioni sul campo nella fotta di Miele, il produttore tedesco di elettrodomestici.

Un ibrido, ma a idrogeno

Dal punto di vista tecnico Opel Vivaro-e Hydrogen si basa su Opel Vivaro-e elettrico a batteria, Il sistema plug-in con cella a combustibile di permette di integrare il motore elettrico originale con le fuel cell. La batteria di Opel Vivaro-e BEV (veicolo elettrico a batteria) viene sostituita da tre serbatoi di idrogeno a 700 bar, con una capacità di 4,4 kg di H2, senza alcuna modifica alla carrozzeria.

Opel Vivaro-e Hydrogen

Opel Vivaro-e Hydrogen

Le celle a combustibile da 45 kW sono in grado di generare sufficiente potenza per guidare tranquillamente in autostrada, mentre la batteria agli ioni di litio da 10,5 kWh posizionata sotto i sedili anteriori garantisce la potenza di picco quando è necessaria una maggiore dinamicità, per esempio all’avvio e in fase di accelerazione. Questo consente alle celle a combustibile di funzionare sempre in condizioni operative ottimali.

Opel Vivaro-e Hydrogen

Opel Vivaro-e Hydrogen la presa di ricarica a 11 kW

Opel Vivaro-e Hydrogen offre anche di un sistema di frenata rigenerativa e, grazie alla funzione plug-in, si può ricaricare la batteria esternamente e si hanno così 50 km di autonomia in modalità puramente elettrica a batteria (Qui trovate un approfondimento sulla sua tecnologia).

Tutte le prestazioni del Vivaro

Opel Vivaro-e Hydrogen mantiene tutte le caratteristiche sia della versione elettrici si di quella endotermica, come le due lunghezze le porte scorrevoli su entrambi i lati oltre al portellone a doppio battente posteriore e come i sistemi di assistenza e sicurezza fra cui la retrocamera panoramica con visione a 180 gradi, l’allarme angolo cieco e l’assistenza al parcheggio anteriore/posteriore.

Opel Vivaro-e Hydrogen

Opel Vivaro-e Hydrogen, gli interni

Il sistema di infotainment Multimedia Navi Pro può essere gestito con il sistema di riconoscimento vocale o dallo schermo touch a colori ed è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. Il navigatore è dotato di mappe per l’Europa, indicazione dinamica del percorso e TMC. Gli autisti possono raffrescare o riscaldare il veicolo durante la ricarica mediante "OpelConnect" e programmare gli orari di ricarica con l’app "myOpel".

Gallery: Foto - Opel Vivaro-e Hydrogen