La tendenza al ribasso per il mercato dei commerciali leggeri non peggiora a ottobre ma nemmeno mostra particolari segni di inversione: nel decimo mese dell'anno il dato è leggermente migliore, -9,7% sullo stesso mese del 2021, ma il dato da gennaio resta -12,2%.

Questo, almeno, stando ai primi dati resi disponibili dal MIMS, passibili di aggiustamenti nelle prossime settimane a causa del ritardo delle immatricolazioni, nelle quali si registrano anche equilibri differenti nelle alimentazioni.

Le cifre

Nell'analisi elaborata da UNRAE sono per ora riportate 13.800 immatricolazioni contro le 15.288 del mese di ottobre 2021. Il totale dell'anno ammonta invece a poco più di 134.000 unità, circa 19.000 in meno.

Infografica UNRAE Mercato Furgoni Ottobre 2022 e Gennaio-Ottobre 2022

Solo il noleggio a lungo termine cresce

Nel dettaglio, nei 10 mesi le immatricolazioni ai privati sono calate del 25% con una quota di mercato scesa sotto il 20%. Anche autoimmatricolazioni, società (che restano comunque al 41% del mercato) e noleggio a breve termine sono in passivo, mentre cresce il noleggio a lungo termine che segna +16,8% e tocca il 30% del totale.

Tra le alimentazioni, sempre nel totale gennaio-ottobre, migliorano ibridi ed elettrici, ma ancora un volta meno di quanto si auspicava considerando che sono le uniche categorie sostenute dagli incentivi. Gli ibridi plug-in hanno guadagnato addirittura il 153%, anche se ciò si traduce in poco più di 500 unità contro 200, mentre il +64% degli elettrici è sostenuto da un volume di oltre 2800 unità.

Occorre sostegno anche per gli ICE

Pur continuando a chiedere maggiore impegno per far crescere l'infrastruttura che dovrebbe sostenere l'accelerazione della transizione elettrica, il presidente di UNRAE Michele Crisci, ribadisce che per risollevare il mercato e ridurre l'età del parco circolante è necessario non limitare gli incentivi ai soli veicoli elettrificati.

"Ma per accelerare lo svecchiamento del parco veicolare serve anche l’estensione degli incentivi ad alimentazioni diverse dall’elettrico a fronte di rottamazione, con importi decrescenti in funzione dell’alimentazione e della massa".

Gallery: FOTO - Mercato Furgoni 2022