Non dovremo stupirci, pensando che il marchio Hummer così apprezzato all'inizio del terzo millennio prendeva le mosse da un veicolo militare, che oggi l'esercito degli Stati Uniti stia seriamente considerando di arruolarne anche la versione moderna ed elettrica.

Certo, le forniture militari non obbediscono alle stesse regole della produzione civile e questo significa, vista tra l'altro la consistenza delle commesse, che la produzione di mezzi tattici alimentati a benzina o gasolio potrebbe proseguire ben oltre i limiti imposti dagli obiettivi di decarbonizzazione. Tuttavia, anche le forze armate non sono indifferenti alle trasformazioni industriali e ai risvolti della transizione elettrica.

Il ritorno dell'HUMVEE?

La notizia, lanciata da Carscoops ma proveniente da Detroit Free Press, è che la US Army ha richiesto a GM Defense, la divisione che si occupa di veicoli militari, un veicolo elettrico, leggero o pesante, oppure ibrido in serie (vale a dire elettrico ma con un motogeneratore a combustibile a bordo), per analisi e dimostrazioni di fronte ai rappresentanti del governo.

Lo stesso documento rivela che l'esercito è alla ricerca di una soluzione "scalabile e adattabile, che riduca la dipendenza delle forze armate dai combustibili fossili sia in ambienti operativi che di guarnigione".

Da qui, se la proposta dovesse sembrare idonea alle esigenze dell'esercito, potrebbe partire lo sviluppo di specifiche varianti che riporterebbero in vita i mitici HUMVEE M998 veicoli tattici leggeri prodotti da metà Anni '80 da AM General, dai quali cui è nato il primo Hummer H1.

In fondo, diverse agenzie governative hanno già mostrato interesse per veicoli elettrici, come ad esempio la Nasa, che recentemente ha ordinato una serie di minivan della startup Canoo anche se per un compito meno impegnativo, trasportare gli astronauti alle rampe di lancio dei razzi spaziali.

La piattaforma Ultium che General Motors ha usato per l'Hummer EV
La piattaforma Ultium che General Motors ha usato per l'Hummer EV

GMC Hummer EV, nella versione in produzione, offre una potenza complessiva di 1.000 CV e una coppia massima di 1.627 Nm erogati dai tre motori, uno anteriore e 2 posteriori. Il peso supera le 4 tonnellate, circa la metà rappresentate dalla piattaforma Ultium a 800 Volt con pack batterie da 200 kWh che promette però un'autonomia superiore ai 500 km.

Il sistema di ricarica in corrente continua gestisce potenze in ingresso fino a 350 kW e permette di caricare energia per 160 km in meno di un quarto d'ora oppure di portare la batteria dal 20% all'80% in circa 40 minuti, 1 ora e mezza circa se la sorgente è da 150 kW. mentre la ricarica domestica, a seconda della potenza dell'impianto in corrente alternata, richiede dalle 16 alle 24 ore per fare il pieno. Questo, tuttavia, è un problema che l'esercito dovrebbe superare facilmente.

Gallery: FOTO GMC Hummer EV (2022) la prova in e off road