L’utilizzo di droni e di robot per la consegna di merci è qualcosa più di un’idea o un progetto, in particolare sitemi a guida autonoma che si muovono su terra, grazie alla ricerca e al progresso delle tecnologie possono essere già operativi e impiegati sia in aree pubbliche sia private.

Uno di questi esempi è dato da Yape il robot autonomo a due ruote realizzato dalla start-up italiana e-Novia in sperimentazione già da circa quattro anni prima a Cremona e in Giappone a Fukushima, in quella che appare come una delle città più in evoluzione al mondo, e poi nell’aeroporto di Francoforte. Ora Yape verrà utilizzato in un vero e propio sistema di consegne a Milano.

Robot a guida autonoma

Parliamo di una una piccola flotta di robot a guida autonoma che si muoveranno nell’area di Cascina Merlata, con un servizio di consegne tra gli esercizi commerciali e le residenze del "distretto Uptown".

Yape by e-Novia - Foto all'aperto

Il progetto è stato reso possibile da "Sperimentazione Italia", la cosiddetta sandbox normativa che consente a start-up, imprese e università di sperimentare progetti innovativi con delle deroghe alle norme vigenti. La stessa sfruttata a Torino per il progetto di bus autonomi.

Yape by e-Novia - Foto all'aperto

L'utlizzo di piccoli droni o robot non è un novità assoluta come si può ricordare dal progetto della start-up estone Starship, quasta volta, tuttavia si è andati oltre la fase di semplice progettazione e test, procedendo con test di fattibilità sul campo in condizioni reali.

Sei mesi più sei mesi

La prima parte dei test di Yape sarà di tipo tecnico e durerà sei mesi. La seconda fase darà poi il via alla vera e propria sperimentazione, di cui potranno beneficiare i cittadini del Comune di Milano per un periodo di ulteriori 6 mesi.

"La mobilità, delle persone e delle merci, dev'essere costantemente aggiornata, proprio perché è al servizio di tutti e tutte. Milano, città ricca di fermenti e coraggiosa, lo sta facendo con realismo anche con l'applicazione delle nuove tecnologie".

ha dichiarato all’ANSA l'assessore alla Mobilità del Comune, Arianna Censi.

"La sperimentazione a Cascina Merlata servirà a valutare i benefici che un'iniziativa del genere comporta".

Un vero e proprio fattorino

Yape è un robot a due ruote anzi un drone di terra a guida autonoma, auto bilanciato con un sistema di giroscopi (come il Segway per intenderci) che gli permettono di adattarsi a diversi contesti. Yape può trasportare fino a 10 kg per un massimo di 80 chilometri. Durante la sperimentazione sarà dotato di un sistema di regolazione della velocità che non supererà i 6 chilometri all'ora.

Yape by e-Novia - Foto in interni

Grazie alla rete 5G può aumentare la percezione dell’ambiente circostante. Attraverso un sistema di sensoristica integrato, può, inoltre, inviare e ricevere informazioni in tempo reale ed essere quindi rintracciabile in ogni momento. Una volta arrivato a destinazione, consente l’apertura del vano contenitore attraverso la scansione di un codice QR.

Yape by e-Novia - Foto in interni

L'obiettivo di Yape è rendere il trasporto autonomo sempre più efficace, sicuro e sostenibile, riducendo il traffico e l'inquinamento legato alle consegne nei centri cittadini, oltre a venire incontro alle necessità di quei residenti che non possono o fanno fatica a spostarsi dalla propria abitazione.

Gallery: Foto-Yape by e-Novia