Citroen, Fiat Professional, Opel, Peugeot, sono questi, in rigoroso ordine alfabetico il brand della "costellazione" Veicoli Commerciali, della galassia Stellantis, almeno in Europa a cui degli USA si aggiunge anche Ram. Quattro brand che nei vari mercati Continantali hanno pesi e caratteristiche differenti, ma che concorrono comunque, insieme, a uno sei segmenti più importanti dell'automotive.

Quattro brand che, dunque, hanno bisogno di essere in qualche modo armonizzati, pur dovendo mantenere necessariamente le singole peculiarità. Non dimentichiamo, infatti, che il cliente business è molto legato al "suo" brand e in questo ricerca continuità.

Un segmento importante in cui Stellantis è forte

Un segmento strategico quello dei furgoni e dei veicoli professionali che solo nel Vecchio Continente, a Stellantis, è valso nel 2021 il 19,% di quota mercato. In Italia i risultati son ancora più netti con il 50,1% nel 2021 e il 50,5 nel primo quarto del 2022.

Un tesoro quindi da coltivare che, forte di marchi come Citroen, Fiat Professional, Peugeot e Opel impegnati da sempre in maniera redditizia nel segmento dei van, deve necessariamente avere un coordinamento per ottimizzare la redditività.

Nuovo Fiat Professional E-Ducato

Un progetto che parte da lontano 

A capo della Business Unit Italiana c'è Gianluca Zampese che già da circa un anno si sta occupando di sviluppare questa Business Unit su tre linee principali: l'attenzione al cliente, il lavoro di squadra anche con partner e allestitori e lo sguardo al futuro sia con prodotti sempre nuovi sia con la ricerca di soluzioni alternative in chiave ecologica, come a esempio l'elettrificazione, con le batterie ma anche con l'idrogeno.

"L'idea della BU LCV nasce ufficialmente a livello globale qualche mese fa, ma in Italia già si stava lavorando in questo senso per armonizzare una quota di mercato che vale oltre il 50% del totale. L'esigenza è stata quella principalmente di cercare e trovare le migliori soluzioni per far valere al meglio tutti gli investimenti intrapresi a livello globale". 

Ci racconta lo stesso Gianluca Zampesi, incontrato al Proving Ground di Balocco insieme con tutta la gamma elettrica Stellantis LCV.

"Abbiamo messo insieme un team di professionisti dai quattro mondi del veicolo commerciale: prodotto, tecnologia, mercato e rete vendita per fare in modo che tutte le attività dei quattro brand non siano slegate pur conservando le loro forti identità i loro obiettivi di crescita e strategie".

La finanza al centro, con il prodotto

Un discorso principalmente finanziario, dunque; e non poteva essere altrimenti dato che, come detto, gli investimenti per lo sviluppo di questo segmento, sopratutto in questo periodo, sono importanti e non ci si può permettere che vadano sprecati, cosi come non ci si può far sfuggire eventuali opportunità.

"l'importanza della Business Unit sta anche nello scoprire (e poi eventualmente coprire), considerata la fetta di mercato che deteniamo, anche eventuali nuovi trend nelle richieste dei clienti".

Una strategia che vale sia per il prodotto, ma anche per gli strumenti di finanziamento e i servizi.

"Fare rete anche per i concessionari, di diversi brand, ci aiuta anche a capire quali siano le tendenze nei comportamenti della clientela. Facendo un esempio se (per assurdo) ci accorgiamo che in tutti i brand le richieste maggiori sono per il finanziamento piuttosto che per un noleggio a lungo termine, si proverà a fare in modo di potenziare l'offerta finanziaria globale con questi strumenti più coerenti col mercato". 

L'elettrificazione obbiettivo dello sviluppo

Una strategia globale che non può prescindere dall'elettrificazione. In questo contesto va messo in evidenza il risultato ottenuto sul fronte dei veicoli a basse emissioni dove, rispetto a poco più del 25% ottenuto nell’intero 2021, la quota nel primo trimestre 2022 è salita a oltre il 40%.

L’obiettivo di Stellantis è di spingere sulle proposte elettriche con tutti i veicoli commerciali dei nostri brand. Abbiamo un’offerta 100% elettrica per ogni segmento e guardiamo non solo ai grandi clienti, ma anche a quelli retail che svolgono un lavoro di prossimità. Vogliamo creare e guidare questo mercato. Una particolare attenzione da parte dei nostri clienti è rivolta ai veicoli trasformati e stiamo lavorando in modo molto attivo con gli allestitori per avere soluzioni adatte a veicoli 100% elettrici”.

Ha concluso Gianluca Zampese.

Gallery: FOTO - Citroën ë-Jumpy Hydrogen