Chi l'avrebbe detto che il tanto decantato downsizing si sarebbe concretizzato proprio in uno dei settori più improbabili, ossia quello dei pick-up? A ben guardare, mentre da un lato su mercati come quello americano i cassonati crescono, diventando sì più veloci, sofisticati e e confortevoli ma non certo più snelli, dall'altra parte tornano a farsi strada proposte compatte strutturalmente più vicine alle auto che agli autocarri.

Dopo esempi come Hyundai Santa Cruz e soprattutto Ford Maverick, il vero modello della svolta che per giunta è anche ibrido, l'attenzione degli altri costruttori inizia ad essere attirata dall'idea: in particolare Toyota, che in realtà nei decenni passati era ben presente in questa fascia di mercato, abbandonata con la fisiologica crescita dei modelli.

Si guarda in basso

A riferire la notizia è il magazine Automotive News che l'ha colta dalle labbra del ha colto lo spunto dalle parole del vicepresidente senior per le automotive operations di Toyota North America Jack Hollis, il quale ha detto che c'è spazio al di sotto di Tacoma, la cui nuova generazione non sarà più grande ma lo certamente di più oggi rispetto al '95, quando ha debuttato tra i "piccoli" per poi salire di livello dal 2004 e diventare mid-size.

Alla voce di Hollis si aggiunge quella di Cooper Ericksen, vicepresidente del gruppo per la pianificazione e la strategia di prodotto sempre nella filiale nordamericana, che ha confermato come Toyota stia osservando con attenzione quel mercato e la sua clientela per capire quali proporzioni potrebbe raggiungere e quindi quanto possa essere allettante.

Toyota A-BAT concept 2008

La regolamentazione nordamericana sui consumi e sulle emissioni (CAFE), del resto, spinge paradossalmente verso i modelli di grandi dimensioni, perché regola la serverità dei limiti sull'impronta a terra dei veicoli, vale a dire che diventa tanto più permissiva quanto più sono grandi. 

Tuttavia, se Ford Maverick punta a un ruolo da protagonista mettendo in campo un motore ibrido, Toyota che nell'ibrido è stata pioniera e oggi resta tra le prime al mondo, deve forse temere di raccogliere la sfida?

Toyota A-BAT concept 2008
Toyota A-BAT concept 2008
Toyota A-BAT concept 2008

L'idea dell'A-BAT è ancora valida

Nel 2008, al Salone di Detroit, Toyota ha presentato un interessante prototipo con costruzione monoscocca battezzato A-BAT: Hollis lo ricorda bene essendo stato lui stesso a presentarlo, e afferma che l'idea non è mai stata abbandonata, anzi, in tutti questi anni la Casa delle Tre Ellissi ha continuato silenziosamente a guardare in quella zona del mercato in attesa di segnali favorevoli.

Gallery: Foto - Toyota A-BAT concept 2008