Se la mobilità elettrica è davvero la soluzione per ridurre le emissioni di carbonio e l'inquinamento, allora tantovale cominciare dai luoghi e dalle attività più impattanti sull'ambiente come ad esempio le miniere. Che non a caso, stanno vedendo moltiplicarsi le idee e le soluzioni "green" per rendere anche l'estrazione un po' più sostenibile.

Tra queste, c'è l'idea di rendere a zero emissioni i mezzi su ruote più grandi del mondo, ovvero i giganteschi Dumper che spostano spesso per distanze molto modeste carichi impressionanti, anche superiori alle 100 tonnellate. Mezzi per cui la trazione elettrica appare un'ottima soluzione, senza limiti di grandezza, peso e masse da spostare. Qual è il più imponente?

Il gigante a batteria...

Se ci soffermiamo sulle soluzioni a batteria, probabilmente il record appartiene all'eDumper realizzato dall'azienda Kuhn Schweitz su base Komatsu HB. Alimentato da batterie da 600 kWh della tedesca Lithium Storage, è spinto da un motore elettrico con 789 CV di potenza e una coppia di 9.500 Nm e può portare fino a 110 tonnellate.

Elektro Dumper

La cosa curiosa e che essendo utilizzato per spostare i grandi carichi soltanto in discesa, questo veicolo quasi non ha bisogno di ricarica: il suo sistema di recupero energetico infatti riesce a immagazzinare durante il lavoro molta più energia, fino a 200 kWh in più al giorno, di quella che occorre per fargli percorrere le rampe in salita quando viaggia scarico e la massa da spostare si riduce a "sole" 45 tonnellate. E il risparmio in termini di CO2 arriva a 130 tonnellate l'anno rispetto ai modelli simili con motore diesel.

...e il titano ad acqua

Se invece consideriamo i veicoli elettrici fuel cell, ossia che ricavano l'energia per muoversi tramite l'idrogeno e direttamente a bordo, allora il primato è del nuovissimo Dumper realizzato dalla Anglo American e messo in servizio in una miniera di metalli rari a Mogalakwena, in Sudafrica.

Questo mezzo ha in realtà un'alimentazione "ibrida" in quanto è alimentato sia da una batteria da 1,2 MWh, il doppio di quella dell'eDumper, e da uno stack di celle di combustibile capace di generare fino a 800 kW di energia. Il vero fiore all'occhiello è però il sistema di gestione energetica, che permette di coordinare e ottimizzare le due fonti a seconda delle condizioni di utilizzo effettivo del mezzo, la cui capacità di carico sfiora le 300 tonnellate.

Questo è due volte green, perché l'idrogeno con cui è rifornito è anch'esso a zero emissioni, essendo prodotto da un impianto progettato dalla stessa azienda costruttrice del mezzo e installato nella miniera, che lo produce utilizzando energia solare.

Gallery: Elektro Dumper, il veicolo elettrico più grande le mondo