Come riportato dai corrispondenti dell'agenzia di stampa Reuters, nella giornata di ieri lunedì 28 febbraio Daimler Truck ha annunciato la sospensione con effetto immediato di tutte le sue attività commerciali in Russia nel rispetto delle misure adottate dall'Europa e dalla Germania come reazione all'attacco militare russo nei confronti dell'Ucraina.

Questo include non soltanto le reti di vendita locali, ma soprattutto la collaborazione con Kamaz per la produzione in loco di veicoli pesanti, sospesa al pari delle forniture di tecnologie e componenti.

Anche Mercedes medita di abbandonare

La nota di Daimler sottolinea che "La nostra cooperazione con Kamaz è di natura puramente civile e si è conclusa soltanto con questo obiettivo", vale a dire la reazione all'iniziativa bellica del Paese ex-sovietico.

Kamaz, sempre stando alle informazioni comunicate da Reuters, non ha commentato l'annuncio, al quale potrebbe fare seguito quello della cessione della quota societaria del costruttore russo ancora detenuta da Mercedes-Benz, che l'ha portata con sé dopo la recente separazione da Daimler Trucks, operativa da quest'anno, e che ammonta al 15%.

Nuovo Mercedes-Benz Arocs - Versione prodotta in Russia con Kamaz

Chi è Kamaz

Fondata alla fine degli Anni '60 nell'allora Unione Sovietica e per l'esattezza nella città di Naberežnye Čelny, Kamaz è un'azienda costruttrice di mezzi pesanti che controlla diversi stabilimenti e attività. La sua collaborazione con la divisione Truck & Bus della precedente Daimler AG risale alla fine del 2008 e si articola su diverse joint venture, una delle quali riguarda i veicoli Fuso.

Dakar 2022, il Kamaz di Shibalov

Prima di allora, ma anche dopo, Kamaz si è costruita una certa fama sia con i veicoli civili sia con quelli militari, guadagnando anche notorietà con l'attività sportiva e le numerose partecipazioni alla Dakar di cui è stata dominatrice quasi assoluta negli ultimi 25 anni con un totale di 19 vittorie collezionate dal '96 fino a quella recente di inizio 2022.