Con il Decreto del Presidente della Repubblica approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 23 dicembre, che ora attende soltanto la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per diventare esecutivo, anche l’Italia adotterà lo Sportello Unico Doganale e dei Controlli per le attività doganali, che avrà il doppio scopo di velocizzare il transito delle merci e migliorare la cooperazione tra le autorità e la digitalizzazione.

Il provvedimento recepisce una proposta arrivata dall’Unione Europea e caldeggiata dal Commissario Europeo per l’Economia Paolo Gentiloni sin dallo scorso ottobre, e attua una delle riforme contenute nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Come funziona

Lo Sportello Unico Doganale e dei Controlli, sintetizzato dalla sigla SUDOCO consentirà alle aziende di presentare una sola volta la documentazione necessaria allo sdoganamento delle merci. Oggi, queste richiedono la verifica e l’approvazione di autorità responsabili di diversi settori, come agricoltura e pesca, salute e sicurezza, ambiente, culturale, senza dimenticare le verifiche di conformità alle regole del mercato e l’autorità per la concorrenza, e impongono alle aziende di presentare documentazioni diverse su diversi portali con procedure non uniformi.

La creazione di un portale unico consentirà, al contrario, la condivisione dei dati e dei documenti tra le varie autorità, che potranno così coordinarsi e intervenire più rapidamente ed efficacemente nella lotta alle violazioni. Inoltre, favorirà la digitalizzazione, che contribuirà anche alla progressiva riduzione dei documenti cartacei.

il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini ha commentato il provvedimento sottolineando come: “Lo Sportello Unico Doganale e dei Controlli favorirà l’intera filiera del trasporto delle merci, dai produttori agli autotrasportatori, assicurando il dialogo telematico e il coordinamento tra le amministrazioni e gli organi dello Stato e gli operatori economici interessati”.

Il portale SUDOCO offre agli operatori economici un’interfaccia unica per le procedure e i controlli necessari all’entrata e all’uscita delle merci nel e dal territorio nazionale, la verifica dello stato di avanzamento dei controlli stessi e dell’avvenuta conclusione dei procedimenti. Sempre tramite questo, gli stessi riceveranno le certificazioni e le autorizzazioni mentre i controlli verranno espletati contestualmente alla presentazione della merce e nello stesso luogo.

Il ruolo centrale dell'Agenzia delle Dogane

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli avrà dunque il compito di coordinare i procedimenti e i controlli attraverso il portale, che diventa il mezzo attraverso cui amministrazioni e organi dello Stato potranno interagire.

Gallery: Foto - Il mondo del trasporto, prospettive e difficoltà