La crisi dei chip sta rallentando produzione e consegne ma nel settore dei camion il mercato resiste al di là delle apparenze: dall'autunno i dati di vendita mese-su-mese hanno riconciato a confrontarsi con quelli del 2020, in cui però la seconda parte dell'anno aveva recuperato parte delle immatricolazioni perse a primavera per effetto del lockdown, con numeri da cui quelli odierni si distaccano poco.

La dimostrazione è nei totali: i veicoli oltre le 3,5 tonnellate, secondo la consueta stima dell'UNRAE basata sull'analisi dei dati comunicati dal MIMS, hanno superato le 2.000 unità, attestandosi poco sotto quelle dell'anno scorso, mentre quelle complessive da gennaio, confrontate invece ancora con il 2019, mantengono un andamento positivo, addirittura in crescita rispetto al mese scorso.

ll mercato dei pesanti a novembre: 2021 vs 2020

Dunque, riepilogando, la perdita maggiore nelle 2.080 immatricolazioni stimate per il novembre 2021, -2,2% rispetto al 2020, si concentrano nel settore più influente, quello dei camion sopra le 16 tonnellate, che hanno perso il 4,6%, mentre nelle altre due categorie, meno significative per volumi, l'andamento è largamente positivo.  

  • Veicoli con MTT da 3,51 t a 6,00 t +21,6% (45 unità immatricolate contro 37)
  • Veicoli con MTT da 6,01 t a 15,99 t +9,9% (321 unità immatricolate contro 292)
  • Veicoli con MTT oltre 16 t -4,6% (1.714 unità immatricolate contro 1.797)
  • Media generale veicoli con MTT oltre le 3,5 t -2,2% (2.080 unità immatricolate contro 2.126)

Come osservato in apertura, il dato va ancora una volta interpretato con i giusti parametri: nel 2020, per effetto della concentrazione delle immatricolazioni nella seconda parte dell'anno dopo la frenata causata dalla pandemia di Covid-19, si era registrato addirittura un +31% sul 2019, con una stima di oltre 2.300 unità poi ridimensionate, con i dati definitivi, a 2.126, appunto, un dato a cui la proiezione del 2021 si avvicina molto.

Si sta tornando, in sostanza, a volumi paragonabili a quelli del 2018, che a novembre avevano toccato le 2.050 unità anche se erano poi precipitati a dicembre.

Struttura mercato camion Novembre 2021

ll mercato dei pesanti gennaio-novembre 2021 vs 2019

Il totale dei primi 11 mesi dell'anno conferma una tendenza non negativa, non soltanto a confronto con il 2019 che essendo stato l'ultimo anno "regolare" prima dell'inattesa paralisi del 2020, è il più attendibile per l'andamento dell'anno completo. Qui le cifre dicono che  la crescita è passata dal 5,2% di ottobre a 5,7%, con questa ripartizione: 

  • Veicoli con MTT da 3,51 t a 6,00 t -29,9% (620 unità immatricolate contro 884)
  • Veicoli con MTT da 6,01 t a 15,99 t -4,3% (3.194 unità immatricolate contro 3.337)
  • Veicoli con MTT oltre 16 t +9,4% (18.847 unità immatricolate contro 17.227)
  • Media generale veicoli con MTT oltre le 3,5 t +5,7% (22.661 unità immatricolate contro 21.448)

Malgrado la leggera contrazione di novembre, qui restano i pesanti oltre le 16 tonnellate a trainare, come di consueto, l'andamento dell'intero settore, con una crescita che sfiora il 10% e mantiene la media complessiva ben oltre il 5%.

Un dato che sarebbe senz'altro migliore senza la frenata delle consegne, dovute non al mercato in sé ma alle difficoltà dell'industria. A titolo di paragone, il 2018 aveva totalizzato negli 11 mesi 23.123 unità, anche qui non siamo lontanissimi.

Gallery: Mercato Camion 2021