Nel caso di un incidente stradale è fondamentale che le operazioni di soccorso siano il più possibile tempestive e ben organizzate, aspetti che possono rivelarsi determinanti per riuscire a salvare delle vite umane.

In questo senso ZF ha progettato una nuova soluzione digitale per connettere la squadre di soccorso e fornire loro, in tempo reale, le informazioni chiave sulle vittime, sui veicoli e sulle attrezzature impiegate.

Per operazioni di soccorso più efficaci

Rescue Connect rappresenta, secondo l’azienda, la “prima soluzione di connettività completa e indipendente dal costruttore per le squadre di soccorso in Europa”. É basata sulla piattaforma cloud europea 'Internet of Things', la quale rende il servizio accessibile per un uso diffuso da parte degli operatori. 

Realizzata per supportare i produttori di veicoli di emergenza, attrezzature di salvataggio e software specifici per le operazioni di soccorso, può essere impiegata anche dalle organizzazioni che si occupano di sicurezza e dalle autorità. È inoltre in grado di ridurre il costo totale di esercizio dei servizi di emergenza grazie a una più efficace gestione delle risorse coinvolte nelle fasi di soccorso.

Ford LifeSavers - Il Ford Ranger del soccorso nautico in Repubblica Ceca

Persone e veicoli connessi tramite cloud

La soluzione digitale sfrutta una piattaforma cloud europea, controllata da ZF e da altre realtà del settore quali MP-BOS GmbH e Eurocommand GmbH. Qui sono raccolte tutte le informazioni sulle vittime coinvolte nell’incidente, sulle forze di soccorso, sui veicoli e sulle attrezzature impiegate. Dati che vengono resi accessibili dalla centrale operativa tramite un ‘cruscotto’. 

Persone, mezzi e attrezzature sono collegati al cloud attraverso la rete mobile mediante trasmettitori e ricevitori elettronici. Ad esempio i soccorritori dotati di 'ZF CrewTAG' potranno essere visibili su un mappa digitale durante le operazioni, così come alle vittime dell’incidente sarà dato un 'ZF LifeTAG' fino al momento dell’assistenza.

ZF offre la possibilità di installare i trasmettitori e i ricevitori come equipaggiamento di serie per i veicoli e le attrezzature di soccorso o come aggiornamento indipendente dal costruttore. Nel cloud possono essere integrate anche soluzioni di altri fornitori, grazie alle interfacce di comunicazione standardizzate. 

Gallery: ZF, fra guida autonoma e futuro