Anche Renault, come i rivali e connazionali di Stellantis (almeno per la parte francese che del resto è quella da cui proviene l'iniziativa) ha investito con decisione per introdurre i sistemi fuel cell a idrogeno sui veicoli commerciali e completare idealmente la gamma del trasporto leggero a basso impatto ambientale.

In collaborazione con Hyvia, partner tecnologici per le celle di combustibile, la Losanga ha presentato quest'estate la prima variante a idrogeno, realizzata sulla base del suo large van Master e ribattezzata H2-Tech, mentre oggi ha fatto debuttare in veste di prototipi le due varianti telaio cabinato e minibus.

In arrivo l'anno prossimo

Queste varianti, presentate come prototipi, saranno in vendita nel corso del 2022 insieme al furgone (qui sotto) che la Casa ha già mostrato. Il sistema propulsivo è lo stesso ed ha uno schema analogo a quello offerto dai rivali di Stellantis, ossia con batteria ricaricabile : le celle, assemblate nello stabilimento di Flins, hanno una capacità di 30 kW e sono abbinate a combinazioni di serbatoi per capacità da 3 fino a 7 kg e batterie da 33 kWh.

Gallery: Foto - Renault Master Van H2-TECH Prototype

In questo modo, il veicolo è meno vincolato alla disponibilità di distributori di idrogeno, perché può contare sulla batteria ricaricabile alla spina che da sola consente un'autonomia di 100 km, e arriva fino a 500 km sul furgone, dotato della massima capienza del sistema a idrogeno che consente comunque di conservare la capacità di carico di 12 metri cubi.

Renault e Hyvia offriranno anche un sistema completo con stazioni di ricarica a idrogeno in grado di riempire un serbatoio in un massimo di 5 minuti, abbinate a soluzioni per la produzione in loco dell'idrogeno stesso da fonti rinnovabili come l'energia solare.

Renault-Hyvia Master H2 Tech concept minibus e telaio 2021

Renault Master H2-Tech Telaio Cabinato

La versione base per allestimenti ha esordito al Solutrans, aperto da oggi a sabato 20 all'Eurexpo di Lione, in Francia. Offre un’autonomia di circa 250 km grazie ai due serbator di idrogeno da 1,5 kg ciascuno. Conserva la flessibilità nella scelta dell'allestimento, che può alloggiare soluzioni con volumi di carico fino a 19 metri cubi e 1.000 kg di carico utile.

Renault-Hyvia Master H2 Tech concept minibus e telaio 2021
Renault-Hyvia Master H2 Tech concept minibus e telaio 2021
Renault-Hyvia Master H2 Tech concept minibus e telaio 2021

Renault Master H2-Tech City Bus

Per il modello passeggeri, la presentazione è invece avvenuta al Salon des Maires che si svolge da oggi al 18 novembre alle Porte de Versailles di Parigi. Minibus urbano, ha una capienza massima di 15 passeggeri di cui 9 seduti e un’autonomia di circa 300 km grazie al serbatoio da 4,5 kg di idrogeno.