L'Europa ha fissato obiettivi e scadenze per la lotta all'inquinamento e la decarbonizzazione, che tuttavia sono problemi globali tanto più importanti in aree del mondo in via di sviluppo dove la diffusione dei veicoli non sempre va di pari passo con il loro adeguamento a standard di rispetto ambientale. 

Per questo, alcuni costruttori hanno avviato collaborazioni e programmi per diffondere la mobilità elettrica iniziando dalle fasce di utenza potenzialmente più ampie, i veicoli più piccoli che si muovo nelle aree urbane. Tra queste c'è Piaggio, produttore di scooter e motocarri, che ha recentemente siglato un accordo con il colosso energetico BP per favorire la diffusone di veicoli elettrici a 2 e 3 ruote in Paesi come l'india, la Cina e il sudest asiatico, ma anche alcune aree dell'Europa orientale.

Grandi numeri

Secondo i due partner, moto, scooter e veicoli commerciali leggeri rappresentano già la categoria più interessata dalla transizione elettrica: a livello mondiale il 44% delle nuove vendite e il 25% dell'attuale parco circolante, circa 250 milioni di veicoli, sono elettrici e si prevede che entro il 2040 la percentuale potrebbe arrivare fino all'80% e oltre toccando i 750 milioni di unità.

La collaborazione tra Piaggio e BP è focalizzata non tanto sul mercato ma, come si può intuire, sulla creazione dei servizi necessario rendere più fruibili i mezzi a batteria, iniziando dalla ricarica, con un obiettivo di 70.000 punti di ricarica pubblici entro il 2030, per proseguire con i sistemi e le stazioni di batterie intercambiabili e soluzioni di veicoli in leasing. 

Il tutto oltre a servizi onnicomprensivi come "Battery as a Service” (BaaS), che include leasing, gestione e riciclo delle batterie, e "Vehicle as a Service" (VaaS), che include leasing, riparazione, manutenzione e gestione energetica intelligente dei veicoli.

Piaggio Ape E-City

Si parte dall'India

Il punto di partenza sarà il mercato indiano, dove BP ha una joint venture con l'azienda locale Jio e il Gruppo Piaggio , che ha lanciato nel 2019 la Ape e-City, variante elettrica del suo best-seller, è già impegnato nello sviluppo di soluzioni per veicoli elettrici. Di lì si intende esplorare le opportunità di crescita in Cina, Indonesia e Vietnam e anche in Europa.

Per questo, le due aziende hanno siglato un Memorandum di Intesa per unire le rispettive competenze e far viaggiare di pari passo la produzione di veicoli e lo sviluppo dei servizi in modo da stimolare e coprire la crescita della domanda.

Michele Colaninno, Chief of Strategy and Product del Gruppo Piaggio, ha commentato l'annuncio ribadendo che: "La collaborazione con BP ci aiuterà a realizzare la nostra idea e offerta per rivoluzionare la mobilità per raggiungere questo obiettivo è necessario promuovere l'adozione su vasta scala di veicoli elettrici, come moto, scooter e veicoli commerciali leggeri dotati di tecnologia battery swap o plug-in, favorendo una gestione più sostenibile del ciclo di vita delle batterie e un maggiore rispetto dell'ambiente".