Il trasporto pesante è a una svolta, ma chi ha già annunciato i propri piani futuri non tornerà indietro: così Mercedes-Benz Trucks che dal prossimo anno diventerà marchio commerciale della nuova società Daimler Truck Holding AG, separata dopo oltre 100 anni da autovetture e van, conferma la sua visione e l'orientamento verso l'elettrico puro e l'idrogeno anche per le lunghe percorrenze.

Al pari di quanto dichiarato dall'attuale Daimler, circa il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione 10 anni prima della scadenza fissata dagli Accordi di Parigi per il 2050, il costruttore di pesanti con la Stella conferma che anche in questo ambito il programma è la totale "conversione" trazione elettrica entro il 2039.

Perché, nonostante i motori Diesel abbiamo raggiunto lo stato dell'arte e risultino in molti ambiti più puliti ed ecologici anche dei benzina, la direzione è quella delle zero emissioni.

Actros ed Econic sono pronti

La gamma di veicoli a batteria è già stata svelata: eActros ed eEconic, sviluppati in parallelo, hanno ultimato la fase di test preliminari e il primo è, addirittura ,già andato in produzione, con i primi esemplari usciti dalle specifiche postazioni di assemblaggio allestite nello storico stabilimento di Worth poche settimane fa, dove dal 2022 inizierà a essere assemblato anche eEconic.

Il primo eActros, che si appresta a raggiungere i primi clienti dopo la fase sperimentale portata avanti per 2 anni con le stesse aziende partner, esordisce in una variante con 2 motori elettrici, riduttore a 2 rapporti e pacchi da 3 o 4 batterie da 105 kWh ciascuna per un massimo di 420 kWh che assicurano circa 400 km di autonomia e ricarica veloce in corrente continua fino a 160 kW. Per il 2024 arriverà ala versione LongHaul che per il trattore offrirà un'autonomia di 500 km.

Gallery: Foto - Mercedes-Benz eActros (2021)

Quanto a eEconic, che sarà disponibile tra circa 9 mesi al termine di una ulteriore fase di prove pratiche con i clienti partner, ha caratteristiche tecniche in gran parte identiche a quelle dell’eActros ma è stato messo a punto iniziando con l'impiego urbano in applicazioni come la raccolta rifiuti, con l'obiettivo di arrivare a completare un'intera giornata di lavoro senza bisogno di rifornimenti energetici.

La sua configurazione a cabina ribassata, doppia porta e nessun ingombro meccanico lo rendono pratico e sicuro, mentre il sistema di controllo della temperatura Thermocontrol è stato testato per assicurare il giusto comfort all'operatore con consumi energetici limitati in varie condizioni climatiche mantenendo l'obiettivo dell'autonomia quotidiana. La versione definitiva di eEconic verrà presentata in anteprima alla fiera IFAT 2022 in programma dal 30 maggio al 3 giugno prossimi a Monaco di Baviera.

Gallery: Mercedes-Benz, eEconic

Idrogeno per la fine del decennio

L'arma definitiva per la lunga percorrenza resta però l'idrogeno, ambito in cui Mercedes Trucks ha già portato a termine una serie di tappe importanti: prima l'accordo con Volvo per creare la joint venture Cellcentric con cui portare avanti lo sviluppo, poi l'inizio, la scorsa primavera, dei test su strada del prototipo GenH2, che dal 2023 sarà anch'esso affidato ad aziende per i test nell'utilizzo pratico.

La prospettiva è di avviarlo alla produzione in serie nel 2027 dando tempo all'infrastruttura e alla filiera produttiva dell'idrogeno di crescere per sostenere questa soluzione di mobilità.

Gallery: Foto - Daimler Trucks GenH2 Truck prototipo (2021)