A pochi giorni dall’avvio della produzione in serie nello stabilimento di Worth, in Germania, del nuovo Mercedes eActros, i tecnici della Casa tedesca hanno portato a termine i test ad alta quota in Alto Adige, per verificare le prestazioni e l’affidabilità del camion a zero emissioni in condizioni estreme. 

Le salite e le discese con pendenze da capogiro, gli sbalzi di temperatura importanti tra il giorno e la notte e i terreni accidentati hanno permesso agli ingegneri di raccogliere molti dati da elaborare oltre che confermare la bontà del nuovo progetto eActros che si è comportato in maniera brillante. 

Test in condizioni estreme

I test condotti nella regione dell’Alto Adige hanno visto coinvolti due Mercedes eActros molto simili a quelli che verranno prodotti in serie hanno, infatti, attraversato le Alpi. I due camion elettrici hanno affrontato un totale di 54.000 metri di dislivello con il punto più alto del viaggio che è stato toccato sul ghiacciaio di Kaunertal, a un'altezza di 2.750 metri.

Mercedes-Benz eActros, i test ad alta quota

Per valutare al meglio le prestazioni e rendere la raccolta dei dati più reale possibile, inoltre, i due camion elettrici hanno svolto i test caricati per un peso totale a terra di ben 27 tonnellate. I numerosi saliscendi sono stati utili per valutare le prestazioni del powertrain, la funzione di recupero di energia e l’autonomia delle batterie che sono state ricaricate nelle colonnine pubbliche lungo tutto il percorso dalla Germania fino all'Italia.

Mercedes-Benz eActros, i test ad alta quota

La conca in cui si trova la città di Bolzano è risultata ideale per testare gli azionamenti a temperature molto elevate, che a volte sono salite fino a superare i 40°C durante le prove. I risultati dei test hanno mostrato che eActros svolge i suoi compiti di trasporto in modo affidabile anche in condizioni estremamente difficili.

 

Gallery: Foto - Mercedes-Benz eActros, la versione di serie