Leasing, noleggio a lungo termine o persino pagando in Bitcoin: ormai per acquistare un’auto esistono davvero tante formule nel mondo, più o meno diffuse. Alla lista di deve aggiungere una nuova modalità scelta da Toyota per rendere più accessibili i modelli alla popolazione brasiliana. In pratica, si può utilizzare il mais come una vera e propria valuta per acquistare i modelli della Casa giapponese.

Il ritorno del baratto

Secondo quanto riportato da Jalopnik, la lista di veicoli è piuttosto limitata e riguarda solo alcune tipologie di cereali. Tuttavia, si tratta di una nuova modalità di pagamento a tutti gli effetti. Il progetto fa parte di un programma pilota avviato nel 2019 chiamato Toyota Barter.

In sostanza, parliamo di una vera operazione di baratto. L’agricoltore presenta il grano a Toyota, la quale si rivolge ad un’azienda chiamata NovaAgri che ne certifica l’eventuale coltivazione sostenibile. A questo punto, si ottiene “in cambio” l’auto.

Toyota Hilux Invincible
Toyota Hilux Invincible

Al momento, la gamma disponibile conta il pick-up Hilux, la Corolla Cross (in arrivo in Europa nel 2022) e il SUV compatto SW4 (conosciuto come Fortuner in altri mercati).

Quanto mais per una Toyota?

Non è chiara la quantità di mais o soia necessaria per acquistare i veicoli, ma Toyota dovrebbe tenere in considerazione il prezzo di mercato dei due alimenti. Si parla, quindi, di centinaia di chili o tonnellate di grano necessarie affinché il baratto abbia luogo.

Toyota Hilux 2021
Toyota Hilux 2021

Il programma della Casa giapponese è operativo in alcune regioni del Brasile, ma l’impressione è che potrebbe presto ampliarsi. La stessa Toyota, infatti, ha ammesso che ben il 16% delle sue auto, e non soltanto Hilux, è venduto ad agricoltori o persone legate a questo settore. Chissà se questa insolita modalità verrà allargata anche ad altri continenti in futuro.

 

Gallery: Toyota Hilux restyling 2021