La scarsità di semiconduttori per i chip influenza pesantemente le consegne dei pick-up di Ford nell'ultimo trimestre

Se solo sei mesi fa lo avessimo scritto forse nessuno ci avrebbe creduto, ma ora numeri alla mano il 2021 potrebbe essere l’anno in cui il Ford F-150 e i suoi fratelli più pesanti potrebbero deporre la corona di sovrani indiscussi del mercato USA dei pick-up, un regno oltre decennale.

Esaminando le statistiche di vendita mensili, trimestrali e quelle del semestre appena concluso delle principali Case automobilistiche che producono "truck”, vediamo che l'F-150 e i suoi "parenti" Super Duty sono un po’ in crisi. Questo perché sia ​​Ram sia Chevrolet Silverado hanno venduto più della F-Series nel secondo trimestre del 2021, sopratutto tra fine aprile, maggio e giugno.

Crollo a giugno 2021

Esaminando i numeri l’Ovale Blu ha avuto un giugno 2021 disastroso, con le vendite della Serie F diminuite di quasi il 30% rispetto a giugno 2020. Questo ci ha spinto a controllare anche i dati per Ram e Chevrolet, unendo un po’ di cifre, visto che entrambe le società riportano trimestralmente rispetto ai rapporti mensili di Ford e Chevrolet divide fra truck “leggeri” e “pesanti”. Alla fine, sommando mele con… mele il risultato è che Ford è al terzo posto (e ultimo fra questi) nelle vendite nel secondo trimestre 2021.

Modello Vendite Q2 2021 Vendite Q2 2020 Differenza in %  Vendite 1° sem. 2021 Vendite 1° sem. 2020 Differenza in % 
Ram Trucks 164,232 117,448 + 39.8% 313,068 246,253 + 27%
Chevrolet Silverado 161,706 120,744 + 33.9% 286,410 264,442 + 8.3
Ford Serie-F 158,235 180,825 - 12.5% 362,032 367,387 - 1.5%

Come mostra la tabella, Ford è ancora in testa a tutti i concorrenti nelle vendite di "truck" dall'inizio dell'anno, ma il margine è solo di 48.964 unità dal secondo posto di Ram. Lo scorso anno, in questo periodo il vantaggio di Ford era di oltre 100mila unità, il che ci porta a una domanda. La carenza di chip è davvero l'unica responsabile di questo calo?

Mancano i semiconduttori

Si potrebbe liquidare la questione dicendo: dato che le linee del nuovo F-150 sono piuttosto conservative la clientela si sta muovendo verso la concorrenza. Tuttavia questo non giustificherebbe il motivo per cui nel primo trimestre del 2021 Ford avrebbe guadagnato il 9% rispetto all’anno precedente. 

Gallery: Ford F-150, le foto della prova

Allo stesso modo, Ford ha registrato nell’aprile 2021 un guadagno di ben il 31,8% su tutta la Serie F. Le cose sono quindi andate bene fino a maggio, quando la carenza di chip ha fatto davvero sentire il suo peso nelle concessionarie: nessun retropensiero dunque: Ford non riesce a far arrivare i pick-up alle persone che li vogliono.

Le consegne ripartiranno in ottobre 2021

A Motor1.com USA, un portavoce di Ford ha dichiarato che il piano della casa automobilistica prevedeva che la produzione della Serie F migliorasse durante la seconda metà dell'anno, consegnando anche i camion attualmente parcheggiati e in attesa di chip semiconduttori entro la fine di ottobre. Ford non ha però specificato di quanti camion già assemblati stiano aspettando i chip, ma fra report e rumors pensiamo possano essere decine di migliaia.

Gallery: Ford F-150 Lightning 2022

Nel frattempo, i dati sulle vendite del secondo trimestre suggeriscono che, almeno alcuni acquirenti Ford che hanno urgente bisogno di un nuovo truck, si stanno dirigendo altrove, invece, di aspettare. Non abbiamo notizie da Ram sui problemi di produzione e sappiamo che General Motors ha spedito veicoli ai concessionari senza alcune funzionalità come la disattivazione dei cilindri che verrà risolta in seguito una volta che i chip necessari saranno disponibili.

Gallery: Nuovo Ford F-150 MY2021