Dimensioni, prestazioni, praticità, efficienza, prezzo e molto altro. Ecco dove il "piccolo" dell'ovale Blu si mette in luce

Nel giro di poche settimane Ford ha riscritto le regole nello strategico settore dei cassonati: prima F-150 Lightning, il primo 100% elettrico del marchio e non soltanto, ora con il "leggero" Maverick. Due modelli che sembrano distanti per taglia e destinazione ma che in realtà hanno molto in comune, perché anche quest'ultimo "small truck" ha qualità di spicco e soprattutto il compito di conquistare il mercato.

Lo farà con un rapporto tra sostanza e prezzo competitivo come pochi altri costruttori oltre a Ford riescono a fare, ma anche con il fascino indiscusso che dà l'avere a disposizione in un segmento inferiore un membro della famiglia dei pick-up Ford che dominano buona parte dei mercati su cui sono proposti.

Arriva a breve

La produzione delle pre-serie è già a regime, quella vera e propria inizierà il mese prossimo in modo da poter portare a termine le prime consegne entro ottobre come promesso visto che le prenotazioni sono già attive. Maverick nasce a Hermosillo, nello stato messicano della Sonora, in uno degli stabilimenti dedicati alla produzione di modelli Ford e Lincoln alto di gamma su cui la Casa ha investito nel 2012 ben 3,5 milioni di dollari e in cui ha spostandoci poi la produzione di commerciali leggeri come Transit Connect.

Un nome non proprio nuovo

Per le qualità e le caratteristiche di spicco di Maverick vi rimandiamo alla carrellata fotografica: chiudiamo però la premessa con un curiosità: il nome Maverick non è stato registrato ex-novo ma si trovava già nella "disponibilità" di Ford che in passato lo ha utilizzato per ben quattro volte: con questo nome sono infatti stati commercializzati una coupé compatta venduta in Usa e Brasile negli Anni '70, un fuoristrada basato sul Nissan Patrol per l'Australia a fine Anni '80, una variante del Nissan Terrano II venduta in alcuni mercati d'Europa tra il '93 e il '99 e la variante cinese del SUV Escape di inizio Anni 2000.

In aggiunta, può essere utile sapere che non si tratta del primo pick-up compatto prodotto da Ford, visto che alcuni cassonati classe 500 kg, basati sul telaio di utilitarie come la Fiesta, son ostati prodotti in e venduti in Europa e Sudamerica con il nome di Courier.