Un traguardo che concretizza la sinergia che dovrebbe sempre attuarsi fra logistica, innovazione sostenibilità e digitalizzazione. Questo in sintesi il commento del Presidente del Freight Leaders Council, Massimo Marciani all’ingresso nel gruppo di Poste Italiane. L’azienda statale rappresenta il più grande operatore logistico del Paese e senza dubbio darà una maggiore spinta agli obbiettivi dell’Associazione.

Poste Italiane, infatti, ha da tempo intrapreso un percorso di innovazione e digitalizzazione dei servizi anche attraverso società di recapito collegate (es. SDA) oltre a poter contare su una reta capillare di sportelli per il contatto concio cliente finale. L'ingresso di Poste dunque rappresenta un ulteriore affermazione degli obbiettivi del Freigth Leaders Council nel trasformare la logistica da muscolare a digitale.

L'obbiettivo di ecosistemi logistici ad alto valore

Poste italiane si unisce agli otto nuovo soci del FLC che negli ultimi mesi hanno aderito al Consiglio: Chep Italia, Malpensa Intermodale, Fercam, Fit Consulting, Futura Srl, HERE Technologies, Interporto Bologna e Interporto Puglia. Poste troverà, secondo le parole di Marciani, all’interno del gruppo tutti gli stimoli necessari per continuare a realizzare ecosistemi logistici ad alto valore aggiunto.

Poste Italiane  - Centri di lavorazione

Questo sia per quanto riguarda i processi di semplificazione e digitalizzazione, sia per valorizzare i propri asset in una visione di logistica condivisa e di economia circolare. In pratica quanto il Freigth Leaders Council sta da tempo promuovendo; contribuendo alla contaminazione fra tutti i maggiori rappresentanti della logistica nazionale con la convinzione che questa rappresenti un buona pratica per la crescita del comparto a ogni livello.

Freight Leaders Council, cosa è

Freight Leaders Council è nato a Milano nel 1991. Da 30 anni, dunque, è una libera associazione privata, apartitica e senza scopi di lucro tra aziende attive in ogni fase della catena logistica. Il suo obiettivo è quello di contribuire allo sviluppo e alla competitività di una logistica sempre più̀ sostenibile e al passo con i tempi.

In questi anni ha formulato pareri, giudizi e indirizzi rivolti alle istituzioni e all’opinione pubblica. Oggi intende proporsi come un Think Tank a sostegno di una logistica che è e sarà sempre più l’industria delle industrie. Uno di questi pareri lo ha dato anche a noi in tema di logistica dei vaccini anti CoViD-19.

Gallery: Poste Italiane