L'idea di un'autostrada in cui i veicoli possano caricarsi in movimento non abbandona né l'industria del trasporto né i gestori delle infrastrutture: così, mentre in Germania e Nord Europa si lavora per creare catenarie in stile ferroviario e dotare i camion di pantografi per l'alimentazione aerea, in Italia spunta a sorpresa un progetto per caricare "dal basso", tramite un sistema a induzione annegato nell'asfalto.

Si chiama "Arena del Futuro” ed è il primo progetto mondiale di innovazione multidisciplinare che coinvolge tra gli altri Autostrada A35 Brebemi-Aleatica, ABB, Electreon, FIAMM Energy
Technology, Iveco, Iveco Bus, Mapei, Pizzarotti, Politecnico di Milano, Prysmian, Stellantis, TIM,
Università Roma Tre e Università di Parma.

Per tutti i veicoli

Questo lungo elenco di partner collaborerà per valutare e dimostrare la fattibilità e anche i vantaggi delle tecnologie di alimentazione di automobili, autobus e veicoli commerciali elettrici mediante carica induttiva dinamica senza contatto.

L’unicità del progetto è quella di veder scendere in campo congiuntamente, per la prima volta un gruppo eterogeneo di aziende, e realtà industriali internazionali affiancate da prestigiose Università e istituzioni, con lo scopo di analizzare tutti i dati che emergeranno durante i prossimi mesi di lavoro e di studio relativi a questa soluzione.

I punti chiave del progetto

  • costruzione di un anello di asfalto di 1.050 metri alimentato con una potenza elettrica di
    1MW, denominato "Arena del Futuro" situato in un’area privata dell'autostrada A35 in
    prossimità dell'uscita Chiari Ovest
  • applicazione della tecnologia “Dynamic Wireless Power Transfer” a diverse gamme di veicoli
    elettrici in ambiente statico e dinamico
  • connettività avanzata mediante tecnologie 5G e IoT (Internet of Things) per garantire la
    massima sicurezza stradale e ottimizzare la produttività dei veicoli commerciali
  • ottimizzazione della pavimentazione stradale al fine di renderla più durevole e non alterare
    l'efficienza della carica induttiva