Una ricerca su oltre 100.000 veicoli in Europa dimostra che il cambiamento è dietro l’angolo. E si valutano costi e infrastruttura

Nel segmento dei veicoli commerciali leggeri l’elettrificazione non è più una novità. Lo dimostrano i tanti modelli lanciati dai costruttori che permettono di effettuare spostamenti e movimentazioni a breve raggio in maniera rapida, efficiente e senza nessuna restrizione per quanto riguarda la circolazione nelle aree urbane.

Ma non finisce qui, perché secondo una ricerca condotta in 12 mesi da Webfleet Solutions su circa 100.000 veicoli appartenenti a oltre 5.000 flotte in Europa e connessi alla piattaforma di gestione Webfleet il 61% dei veicoli commerciali in Europa potrebbero essere 100% elettrici.

I chilometri alla base della ricerca

Le informazioni sulla guida e sulle distanze percorse da migliaia di veicoli collegati al servizio telematico per la gestione delle flotte dell’azienda Webfleet Solutions, appartenente al gruppo Bridgestone, ha permesso, tramite il Fleet Electrification Planning Report, di stimare quanti veicoli commerciali termici potrebbero essere sostituiti con modelli a zero impatto ambientale.

L’indicatore principale che sta alla base della ricerca è il numero di km percorsi ogni giorno. Webfleet Solutions ha infatti ipotizzato che se un veicolo percorre meno di 300 km al giorno per un totale di 12 mesi allora questo può essere tranquillamente rimpiazzato da un veicolo elettrico considerando la media delle autonomie proposte dai modelli in commercio.

Si riducono consumi ed emissioni

Oltre alla possibilità di avere il 61% dei veicoli commerciali elettrificati, la ricerca ha portato anche ad altre interessanti conclusioni. Sono infatti più della metà, esattamente il 57%, i clienti di Webfleet Solutions che gestiscono una flotta che potrebbero sostituire almeno la metà dei propri veicoli con modelli elettrici. Ma non solo, il 34,4% potrebbe addirittura avere a disposizione una flotta di soli veicoli a zero impatto ambientale.

Il cambiamento potrebbe portare notevoli benefici non solo alle flotte di veicoli ma anche all’ambiente. Se tutti i clienti optassero per questa trasformazione, infatti, la stima parla di una riduzione del consumo di benzina e gasolio rispettivamente del 42% e del 30% oltre ad una diminuzione del 31% delle emissioni di CO2.

La situazione Paese per Paese

Il cambio di alimentazione può correre veloce in tutta Europa. Andando più nel dettaglio sui dati raccolti, tutti i Paesi considerati nella ricerca hanno dimostrato di avere un alto potenziale di elettrificazione con almeno la metà dei veicoli commerciali appartenenti alle flotte che potrebbe essere sostituita con modelli a zero impatto ambientale.

In testa alla classifica troviamo il Regno Unito e i Paesi Bassi con il 70%, seguiti a ruota da Francia (67%), Germania (61%) e Italia (58%). La volontà di ridurre le emissioni di CO2, lo sviluppo di un’infrastruttura di ricarica sparsa su tutto il territorio europeo, i tempi di ricarica e i costi sono alla base di questo possibile cambiamento che può cambiare completamente le flotte di veicoli commerciali in Europa.

Gallery: Volvo Trucks e DHL, trasporto elettrico a lungo raggio