La Casa dell'Ovale lancia un sistema connesso che riduce le soste per manutenzione e riparazioni grazie alla diagnostica intelligente

Dopo Mercedes, che ha implementato il suo sistema MBUX per i veicoli commerciali con servizi di diagnosi preventiva e ottimizzazione degli interventi di manutenzione rivolti a privati e flotte, ora anche Ford offre la sua formula per ottimizzare tempi e costi e rendere i propri mezzi più efficienti.

Il sistema, battezzato FordLiive e presentato pochi giorni fa, promette allo stesso modo di riuscire a ridurre i guasti, la necessitò di interventi non programmati e ottimizzando anche la manutenzione ordinaria, grazie a un monitoraggio costante di ciascun mezzo e al un collegamento tra questi e i centri assistenza della Casa, facendo risparmiare fino al 60% dei tempi di fermo tecnico.

Un milione di veicoli connessi

Il piano prevede la connessione totale dei mezzi con la rete dei Transit Center e il database della Casa automobilistica stessa attraverso due differenti strumenti, FordPass Pro 3 e Ford Telematics 4 rispettivamente per le piccole aziende e per quelle più grandi. Si prevede di passare dagli oltre 500.000 veicoli attualmente connessi a circa 1 milione entro metà del 2022, con l'obiettivo di arrivare a coprire l'80% dei clienti con centri di uptime dedicati di qui a fine anno.

Manutenzione intelligente

Per garantire che ogni veicolo sia sempre disponibile per il lavoro quando il cliente ne ha bisogno, FordLiive adotta procedure digitali per la manutenzione intelligente: questo include la pianificazione degli interventi nel momento in cui incide meno sul lavoro ma anche inviando notifiche quando viene identificata un'azione che potrebbe aiutare a prevenire un guasto.

Analizzando i dati del veicolo in tempo reale, il sistema fornisce ai clienti informazioni sulla manutenzione specifiche di ogni veicolo, tramite l'app FordPass Pro 3 oppure direttamente sul display di bordo con Ford Telematics.

Meno guasti

I dati sulla salute del veicolo vengono inviati automaticamente dal modem FordPass Connect del veicolo, che è di serie per i modelli Transit, Transit Custom, Transit Connect, Ranger e Fiesta Van dalla metà del 2019. Utilizzando i dati e le informazioni forniti da importante servizio di assistenza stradale nel Regno Unito, gli ingegneri Ford hanno effettuato simulazioni concludendo che grazie alle notifiche si potrebbero evitare fino al 30% di richieste di interventi di emergenza.

In più, la funzione Smart Maintenance fornisce agli operatori una spiegazione in un linguaggio semplice di eventuali spie o messaggi attivati ​​nel veicolo, oltre a visualizzare il loro potenziale impatto sul funzionamento del veicolo e una guida alla manutenzione appropriata. Gli operatori saranno inoltre informati se il loro veicolo è soggetto a un richiamo.

FordServicePro-Videocheck

Livelli in tempo reale

Oltre ad aiutare gli operatori a pianificare la manutenzione e programmare tempi di servizio convenienti, le notifiche di manutenzione intelligente aiutano i clienti a monitorare e gestire la durata residua dell'olio, i livelli di AdBlue e la pressione dei pneumatici per ridurre la probabilità di tempi di fermo non programmati.

"Le attività dei nostri clienti si fermano ogni volta che i loro veicoli sono fuori servizio", ha affermato Hans Schep, direttore generale del settore Veicoli commerciali di Ford Europa. “Combinando i vantaggi della connettività in tempo reale con il nostro know-how sui veicoli commerciali, abbiamo individuato lo strumento definitivo per ottimizzare i tempi di attività con l'obiettivo di portare l'operatività al 100%".

Nel caso in cui i tempi di inattività prolungati siano inevitabili, la visione dei centri di transito sui requisiti specifici del cliente aiuterà a identificare il veicolo sostitutivo in grado richiesto per mantenere la propria attività in movimento.

 

Gallery: FordLiives