La prossima generazione del van avrà versioni ibride e 100% a batteria e sarà prodotta dalla joint-venture con Otosan

Ford ha annunciato da poco la sua strategia per i mercati europei che sarà concentrata sullo sviluppo dei commerciali, già protagonisti oggi di rilevanti successi, e sull'elettrificazione. Due temi che troveranno applicazione comune con la futura gamma di LCV di cui la Casa americana comincia a diffondere qualche notizia, iniziando con l'annuncio della nuova famiglia Transit Custom in arrivo per il 2023.

L'offerta, che continuerà ad articolarsi sui modelli Transit Custom e sul derivato passeggeri Tourneo Custom, comprenderà accanto a motori endotermici elettrificati con soluzioni mild e full hybrid, una variante di ciascuno completamente elettrica. L'intera gamma sarà costruita nello stabilimento turco di Kocaeli gestito dalla joint-venture Ford-Otosan in cui saranno investiti 2 miliardi di euro per potenziare la capacità produttiva di veicoli e anche batterie.

Un po' tedeschi

Come è noto, anche i commercial ida 1 tonnellata, categoria in cui rientrano questi modelli, saranno coinvolti nella collaborazione sottoscritta da Ford e Volkswagen che permetterà alla Casa dell'Ovale di sfruttare la piattaforma elettrica MEB e forse in seguito anche le migliorate tecnologie per le batterie e la rete produttiva che il costruttore tedesco ha annunciato proprio ieri in occasione del Power Day.

L'obiettivo, come ha confermato il Presidente di Ford Europa Stuart Rowley “rafforzare la posizione di Ford come marchio n. 1 del settore sul mercato europeo. Il modello Transit Custom è la punta di diamante del nostro portafoglio di veicoli ed è un elemento chiave per sviluppare ulteriormente il nostro business dei veicoli commerciali e garantire a Ford un futuro sostenibile e incentrato sull’elettrificazione nel mercato europeo”.

Gallery: Ford E-Transit

Un passaggio graduale all'elettrico

Lo scorso febbraio Ford ha dichiarato che entro il 2024 tutti i veicoli commerciali avranno almeno una versione capace di viaggiare a zero emissioni, alludendo sia ai modelli plug-in hybrid ed elettrici, e che conta di portare i veicoli con questi sistemi propulsivi oltre il 60% del mix di vendite entro il 2030. In qusta strategia si è inserito anche il prossimo Ford e-Transit presentato qualche mese fa

Nel frattempo però, una parte della clientela andrà accompagnata per gradi verso la transizione elettrica, cosa che avverrà grazie ai livelli di elettrificazione più basilari come i mild-hybrid e full-hybrid in cui i motori endotermici hanno ancora un ruolo prevalente ma che percorrono già la strada della riduzione dell'impatto ambientale del trasporto commerciale.

Gallery: Ford Transit Custom Plug-in Hybrid, il test a Roma