In Italia è previsto il debutto per aprile 2021 con il nome di Jimny Pro. Due posti secchi e 860 litri di vano di carico

La notizia che Suzuki Jimny ritorna sui mercati europei come van (autocarro N1) è confermata. Alcuni paesi come la Francia hanno già diffuso i listini per uno dei fuoristrada più amati che ha dovuto temporaneamente abbandonare l’UE per evitare lo sforamento nel computo totale delle emissioni inquinanti della Casa.

Le sanzioni che sarebbero state applicate a marchio di Hamamatsu per lo sforamento nella CO2 (una media di 90 g/km) dovuto al 1.500 a benzina da 102 CV di Jimny avrebbero, infatti, influito sul listino dell’auto che non sarebbe stata più competitiva. Un effetto simile è avvenuto lo stesso perché, una volta diffusa la notizia del suo ritiro dal mercato, il prezzo dell’usato è volato.

Il ritorno del principe

Ora però c’è la possibilità per Jimny di essere omologato come autocarro N1, vale a dire come un furgone al di sotto delle 3,5 tonnellate di MTT.  I veicoli commerciali infatti, fanno media a parte nel computo delle emissioni di una Casa e dunque Suzuki non rischia multe. Se ricordate questo escamotage era stato sfruttato anche dal vecchio Land Rover Defender, ma in quel caso si trattava delle normative di sicurezza.

Suzuki Jimny versione Autocarro 2021

Niente di nuovo anche perché la versione trasporto merci di Jimny eragia stata presentata qualche tempo fa, così come un prototipo di pick-up. Si tratta in pratica dello tesso veicolo a cui sono stati asportati i sedili posteriori per ricavare un vano di carico di circa 850 litri di capienza separato dalla cabina di guida da una rete metallica.

Forse si parte da poco più di 20mila euro

Il motore ovviamente resta lo stesso 1.500 cc da 104 CV a benzina con trazione integrale, marce ridotte e assistente di discesa in fuoristrada. L’obbiettivo della casa è quello di fornire, a brev, anche a Jimny una motorizzazione ibrida in modo da contenere le emissioni e farlo rientrare sul mercato come autovettura. Intanto, però, possiamo godercelo lo stesso come veicolo professionale, e non è poco.

Suzuki Jimny versione Autocarro 2021

Il listino italiano non è ancora stato diffuso. Da Suzuki fanno sapere che il debutto avverrà in primavera. Intanto dalla Francia arrivano indiscrezioni sull’unica versione Privilege (chissà cosmesi chiamerà in Italia) che offre, di serie, abbaglianti automatici, Cruise Control, riconoscimento dei segnali stradali, frenata di emergenza attiva, sedili riscaldati e fari full LED, in pratica una full optional. Il prezzo è di poco più di 20mila euro tasse incluse. In Italia non dovrebbe essere molto diverso. Staremo a vedere.