Si prospetta un ritorno alle origini per Mercedes-Benz e Daimler Truck. Il Gruppo ora denominato Daimler ha annunciato, infatti, che si separerà in due macro compagnie: Mercedes-Benz Cars&Vans per auto e veicoli commerciali e Daimler Trucks&Buses per i veicoli industriali e i bus.

L’annuncio è stato dato dallo stesso CEO Ola Kallenius che ha anche indicato l’obbiettivo per la futura Daimler Truck di arrivare alla quotazioni in borsa entro quest’anno. L’assemblea straordinaria degli azionisti, chiamata a dare il definitivo benestare al procedimento, è prevista per il terzo trimestre del 2021.

Servono soldi per gli investitori

L’accelerazione verso la separazione è dovuta al fatto che, nonostante le profonde riorganizzazioni, la società del Gruppo dedicata ai pesanti è valutata con nuneri finanziari molto bassi creando malumore negli investitori.

In ogni caso la mossa rappresenta l'inizio di un "profondo rimodellamento della società", ha detto Kallenius. "Mercedes-Benz Cars & Vans e Daimler Trucks & Buses sono attività diverse con gruppi di clienti, percorsi tecnologici e bisogni di capitale specifici", ha affermato, aggiungendo che la separazione e la relativa quotazione, aimenterà la liquidità necessaria per operare più liberamente.

Gallery: Mercedes GenH2, il fuel cell pesante della Stella

Gli altri rischiano di scappare

La mossa dal punto di vista finanziario marca stretto Volvo Trucks (con cui Daimler è alleata sull’idrogeno) che pa ubblicato una prospettiva rialzista per il mercato globale degli autocarri all'interno del suo rapporto di utili trimestrali. Volvo Trucks quest’anno ha anche registrato un margine operativo del 13% con Daimler Truck che segue a breve distanza.

Secondo l'azienda svedese, l'attività di trasporto e costruzione si è completamente ripresa nella maggior parte dei mercati (ma non in Italia) e ha migliorato la fiducia dei clienti. Volvo trucks ha aumentato le sue previsioni per le vendite di veicoli pesanti in Europa e Nord America, quest'anno, a un totale di 90mila unità.

Gallery: Mercedes eActros LongHaul, l'elettrico da 500 km

Dividere per guadagnare

Il managmet di Daimler in passato si era rifiutato di vendere singole divisioni, ma aveva tenuto la porta aperta per il ramo camion. La mossa segue anche quanto fatto dal gruppo Volkswagen che, nel 2019, ha messo sul mercato la sua unit di pesanti Traton e che ora un valore di mercato di quasi 12 miliardi di euro accettando di acquisire Navistar International Corp. per sfidare Daimler e Volvo in Nord America.

Buone potenzialità

La divisione camion di Daimler ha contribuito al Gruppo con 40,2 miliardi di euro di entrate nel 2019, secondo il rapporto annuale dell'azienda. Ha venduto 488.521 veicoli in tutto il mondo e ha generato 2,46 miliardi di euro di ricavi al lordo di tasse e di interessi, ma mentre il marchio Nordamericano Freightliner registra profitti consistenti, le operazioni europee hanno attraversato diversi step di ristrutturazione.