Ancora positivo il conto delle immatricolazioni, ma difficile recuperare il pesante negativo dei due mesi di lockdown

Dopo il tonfo del primo semestre 2020 anche per i veicoli commerciali sotto le 3,5 t è arrivato il periodo del rimbalzo, complici sopratutto le mancate consegne e conseguenti immatricolazioni sotto lockdown. Anche ottobre dunque fa segnare un segno positivo con un + 9,6%. Il saldo dei primi dieci mesi dell’anno continua però a essere negativo e non poco.

In particolare nel decimo mese del 2020 secondo le stime elaborate e diffuse dal Centro Studi e Statistiche UNRAE, si registrano 18.850 immatricolazioni di  furgoni rispetto ai 17.201 dello stesso periodo 2019. Nei primi 10 mesi di quest’anno il mercato perde circa 28mila veicoli commerciali sotto le 3,5 t, per una percentuale del -18,3%. 

Gallery: Nuovi Renault Kangoo Van e passeggeri

La struttura del mercato fino a settembre 2020

L’analisi della struttura del mercato dei primi 9 mesi presenta forti flessioni per tutti i canali di vendita che "migliorano" leggermente grazie al boom del mese di settembre. In particolare, fanno meglio i privati la cui contrazione si ferma al 15,5%, con un 22,8% di quota di mercato. Il calo della domanda business, invece, è allineato fra il 23 e il 25%. Le società si confermano quelle con le maggiori quote con il 47,3% del totale. Il noleggio, in calo nei 9 mesi del 24,8%, perde un punto di quota sfiorando il 30% delle vendite.

Diesel sempre il migliore, sale l'ibrido

Sotto il profilo delle alimentazioni, peggiora l’andamento del benzina che nei 9 mesi perde il 45% delle immatricolazioni, scendendo al 3,5% di quota di mercato. Anche il GPL prosegue il trend di forte ridimensionamento, dimezzando la rappresentatività all’1,2%; il diesel flette del 21,7% sforando l’89% del totale mercato, in contrazione anche il metano che si ferma al 3,1%. In forte accelerazione le immatricolazioni di veicoli ibridi che arrivano a rappresentare il 2,7% del mercato (era lo 0,2% un anno fa). Calano del 19% i veicoli elettrici, allo 0,7% di quota sul totale.