Il colosso dell'e-commerce ha ordinato 1.800 eVito ed eSprinter per rendere "carbon neutral" la sua flotta europea

Il problema dei gas serra e del riscaldamento globale inizia a farsi sentire e spinge aziende e costruttori a cercare di accelerare i tempi sui programmi per la riduzione dell'inquinamento addirittura rispetto ai termini fissati con l'accordo di Parigi, che ha una scadenza fissata per il 2050.

Per questo, nel 2019, Amazon e Global Optimism hanno creato il programma "The Climate Pledge", che mira ad anticipare gli obiettivi di 10 anni azzerando le emissioni annue di carbonio entro il 2040 e che in questi giorni ha ricevuto l'adesione di Mercedes-Benz, pronta a sostenere l'iniziativa nell'ambito del suo piano strategico chiamato "Ambition 2039", una partnership concretizzata con l'ordine da parte del colosso dell'eCommerce di 1.800 furgoni elettrici.

Gallery: Mercedes-Benz eVito ed eSprinter per Amazon

Flotte elettriche contro la CO2

Come suggerisce il nome, Ambition39 è un percorso virtuoso finalizzato a raggiungere la totale neutralità nelle emissioni nell'arco dei prossimi 19 anni rivoluzionando gradualmente non soltanto i prodotti ma anche i processi, con un ricorso sempre maggiore a energie rinnovabili per fabbriche e stabilimenti e l'introduzione di elettriche e ibride in una gamma entro la fine del 2020 comprenderà complessivamente una trentina di modelli, di cui 5 a sola batteria.

Gallery: Mercedes-Benz Vito restyling 2020 e eVito Tourer

Mercedes eVito ed eSprinter, al carica dei 1800

La collaborazione con Amazon è particolarmente avanti su questo fronte: l'azienda ha infatti ufficializzato proprio in questi giorni a Mercedes un super-ordine di 1.800 furgoni elettrici, un terzo dei quali saranno eVito e i restanti eSprinter, che porteranno entro pochi anni alla conversione elettrica della maggior parte della flotta europea di Amazon. I primi saranno consegnati e messi in servizio già quest'autunno.

Nell'ufficializzare l'accordo, Jeff Bezos, fondatore di Amazon, ha dichiarato: “Abbiamo bisogno che l’innovazione e le partnership con case automobilistiche come Mercedes-Benz continuino senza sosta per rendere carbon neutral il settore dei trasporti e fronteggiare la crisi climatica".

"L’acquisto di 1.800 veicoli elettrici per le consegne rappresenta un passaggio del nostro percorso verso la creazione della flotta per il trasporto più sostenibile al mondo, e procederemo rapidamente per portare questi van su strada entro l’anno”.

Gallery: Amazon By Rivian come nasce il delivery van

Rivoluzione globale

Il piano di elettrificazione di Amazon del resto non è partito oggi: consapevole del ruolo della logistica, e soprattutto delle consegne al dettaglio che stanno crescendo con il diffondersi del'e-commerce, nel bilancio delle emissioni nei centri urbani e non soltanto, l'azienda ha iniziato da attrezzarsi per la transizione elettrica già da qualche anno sottoscrivendo un altro importante ordine, stavolta alla Rivian, per 100.0000 minivan nuovi destinati alla flotta Usa.

Nel 2018, Mercedes-Benz insieme a Fahrzeug-Werke LUEG AG e altri partner hanno dotato il centro di distribuzione Amazon nella città di Bochum nel Nord Reno-Westfalia di infrastrutture di ricarica mentre nel luglio 2020 è stata inaugurata nell'hub di Essen la più grande stazione di ricarica connessa d'Europa che vanta ben 340 colonnine.