Dopo quello degli scorsi 26 e 27 luglio, circoscritto alla tratta A21 Modena-Brennero, arriva un nuovo e più pesante sciopero che coinvolge questa volta l'intera rete autostradale. Pesante perché arriva in uno dei fine settimana più critici per il traffico, con il grosso degli spostamenti per le vacanze,  un sabato da bollino rosso a cui seguirà una domenica di spostamenti comunque intensi.

Proprio domani, domenica 9 agosto, prende infatti il via lo sciopero di 2 giorni del personale autostradale, che prevede l’assenza dai caselli degli addetti alla riscossione in tre specifiche fasce orarie.

Gallery: Traffico Autostrada

Domenica 9 agosto, gli orari dell'interruzione di servizio

I caselli dunque non saranno presidiati nelle seguenti fasce, durante le quali si potrà procedere al transito unicamente nelle corsie Telepass o a quelle con pagamento automatizzato (carte di credito, Viacard ecc...)

  • Dalle ore 2.00 alle 6.00
  • Dalle 10.00 alle 14.00
  • Dalle 18. alle 21.00

Lunedì 10 agosto, tocca agli amministrativi

Per quanto riguarda lunedì 10 agosto, è prevista un'ulteriore sospensione del servizio questa volta da parte degli addetti al settore tecnico e amministrativo e ai servizi commerciali, In questo caso, durante le ultime 4 ore del proprio turno.

Sindacati uniti

Lo sciopero è indetto da Filt Cgil, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Viabilità e Logistica ed è dovuto a questioni sospese che riguardano il contratto nazionale, come sottolineato dalla nota dei sindacati stessi “Alla base della protesta, il ricorso eccessivo alla cassa integrazione, anche dopo la fine del lockdown, e le modifiche unilaterali a orari e turni di lavoro rispetto alle previsioni del contratto nazionale, che in alcune concessioni hanno avuto conseguenze sul servizio agli utenti per il mancato rispetto delle norme del Ministero dei Trasporti sui presidi minimi dei caselli”.

A tutto questo si aggiunge “l’incertezza per l’assegnazione delle concessioni scadute e dalla situazione di Aspi, ancora da chiarire su vari aspetti tra i quali il lavoro”. La nota si conclude precisando che “Dallo sciopero resta escluso tutto il personale sottoposto alla legge sullo sciopero ed alla regolamentazione provvisoria del settore, compresi gli addetti alla sicurezza della circolazione”.