Consegnati gli ultimi 7 esemplari di Stralis 460 NP, che portano a 20 i camion alimentati a metano liquido dell'azienda piacentina

La corsa all'elettrificazione non ha distolto l'attenzione dalle altre alternative "green", come ad esempio la propulsione a metano su cui molti costruttori e numerose aziende continuano a investire. Ieri ,16 luglio, Iveco ha consegnato all'azienda di trasporti piacentina F.lli Di Martino l'ultima tranche di 7 Stralis 460NP a metano liquido, prevista dall'accordo di fornitura del 2019, completando una flotta di 20 mezzi a basse emisisoni.

Di Martino, che opera su tutto il territorio con sedi anche a Torino, Lodi, Catania e Palermo, ha investito con particolare convinzione sulla competitività anche in ambito ambientale, convertendo alle alimentazioni alternative circa il 20% della sua flotta complessiva.

Oltre 90% di emissioni in meno

Il 7 Stralis 460 NP LNG, consegnati presso la concessionaria Centro Riparazioni Piacentino, sono per l'esattezza modelli S440S46T/P con allestimento full options e saranno utilizzati prevalentemente sulle tratte nazionali.

Gallery: Iveco Stralis 460 NP, le aziende viaggiano a gas

L'utilizzo del metano, stoccato in forma liquida e quindi con maggiore autonomia, consente rispetto al Diesel una riduzione di almeno il 90% di tutte le emissioni, dai biossido di azoto al particolato arrivando, se si impiega biometano prodotto con filiera "green" da fonti rinnovabili, ad abbattere anche la CO2 generata dell'intero ciclo produttivo del 95%.