Da una chiacchierata con i vertici di una le maggiori società di delivery, un'intervista a 360° sul domani del settore

La pandemia di Coronavirus lo abbiamo detto in più occasioni ha accelerato quello che logicamente sarebbe stato un panorama che il mondo dei corrieri e delle consegne a domicilio, oltre che della logistica integrata sopratutto nelle grandi città si sarebbe trovato di fronte almeno fra un decina di anni.

Il tempo per la transizione non c'è stato e sia le grandi multinazionali sia i piccoli imprenditori hanno dovuto, in qualche modo improvvisare o, nel come nel caso di un grande player come UPS mettere in campo tutto il know how e le risorse disponibili, da in lato per uscire al più presto dalla crisi dall'altro per affrontare al meglio le sfide future. Tutto raccontato in questa intervista esclusiva

La rivoluzione chiamata Coronavirus

Come sta vivendo un player mondiale come UPS un momento simile?

In questo momento storico che ci mette di fronte a nuove e imprevedibili sfide, al centro delle nostre priorità rimangono la sicurezza dei nostri consumatori e dei nostri dipendenti che, con i loro sforzi straordinari, hanno permesso di fare leva sul pieno potenziale del nostro network globale nella lotta alla pandemia del Coronavirus, mantenendo in movimento i beni essenziali alle aziende e ai consumatori di tutto il mondo. Con l'allentamento delle misure di contenimento, stiamo continuando ad adattare il nostro network all'attuale contesto economico per sostenere i programmi governativi essenziali e i nostri clienti nella ripresa dell'attività economica:

Attraverso il nostro principale hub aereo europeo all’aeroporto di Colonia-Bonn, in Germania, siamo in grado di assicurare lo smistamento e un trasporto veloce ed efficiente delle spedizioni essenziali in Europa e alle destinazioni di tutto il mondo. Ad aprile, UPS ha annunciato l’accordo con QIAGEN, leader mondiale nella fornitura di tecnologie per la diagnostica molecolare, a distribuire prodotti in tutto il mondo, inclusa la prima soluzione di test sindromica che può distinguere, in circa un’ora, il nuovo Coronavirus da altre 20 serie di infezioni respiratorie.

UPS e Quiagen

2. Il ritorno alla “normalità” sarà graduale e comunque non “totale”. Molte delle abitudini prese dalle persone nel perdo di lockdown verranno mantenute. Mi riferisco soprattutto alle consegne a domicilio e all’utilizzo dei corrieri. Dal punto di vista di un operatore multinazionale, che strumenti pensate di mettere in campo per rispondere a questo aumento di domanda?

Partiamo dal presupposto che tra i nostri obiettivi rientra la volontà di migliorare continuamente la soddisfazione del cliente e, al contempo, la necessità di ottimizzare il modello di consegna: in questo periodo abbiamo aggiornato costantemente i clienti sullo stato delle loro spedizioni, anche nei giorni più difficili del lockdown, tenendoli sempre informati e rafforzando la nostra presenza.

Abbiamo da poco potenziato il servizio di avvisi azionabili/proattivi dedicati al segmento B2C. Ci siamo sempre attenuti e adeguati alle disposizioni di sicurezza, rispettando le misure di contenimento che, seppur non applicate ai movimenti delle merci, hanno impattato sul flusso delle consegne.

Dall’inizio della quarantena, inoltre, sono cambiate le abitudini di consumo, oltre alle modalità di pagamento. Recentemente gli studiosi di Nomisma, in un’indagine sulla digitalizzazione, hanno sottolineato come sia aumentata l'intensità con cui gli italiani ricorrono non solo a e-commerce, ma anche a sistemi di pagamento digitali. Quindi non si tratta soltanto di potenziare i servizi di e-commerce, ma anche di introdurre soluzioni innovative in grado di rendere più efficiente e attrattiva l'esperienza di acquisto.

"UPS Economy", recentemente lanciato sul mercato italiano, è il servizio pensato proprio per l'e-commerce delle piccole imprese per l’invio di pacchi leggeri da e verso 116 paesi. Il momento che stiamo vivendo ha reso soltanto più evidenti e urgenti bisogni che avevamo già intercettato e ai quali abbiamo promesso di rispondere intraprendendo la strada della trasformazione.

Forse la fine del commercio in negozio

3. Voi che lavorate soprattutto ne B2B e nel B2C state riscontrando un aumento delle aziende che si affidano ai corrieri per il recapito delle loro merci?

In questo periodo di emergenza, abbiamo sicuramente riscontrato una predilezione dei consumatori per l’online; il dato visibile lo si nota nell’aumento dei volumi del settore e-commerce, hi-tech e healthcare. Abbiamo visto aumentare le richieste di contatto attraverso le nostre landing page tematiche (vino, economy, keep on moving...), ma anche direttamente ai nostri commerciali – si tratta quasi sempre di aziende che vogliono potenziare la propria presenza online, oppure aziende che vogliono lanciare questo nuovo canale e si rivolgono a noi.

UPS trasporto Vino

UPS aiuta infatti a costruire nel dettaglio la supply chain, fornendo una consulenza logistica completa: dalla logistica inbound, al packaging studiato ad hoc, alla gestione automatizzata degli ordini e alle consegne veloci in tutto il mondo. Un esempio è il recente accordo tra CVS Health Corporation e UPS, che attraverso la sua consociata UPS Flight Forward (UPSFF), impiegherà i droni per consegnare i medicinali soggetti a prescrizione medica da una farmacia CVS a The Villages in Florida, la più ampia comunità di pensionati degli Stati Uniti che accoglie oltre 135.mila residenti. 

UPS consegne con droni

Avete previsto strumenti ad hoc per sostenere chi intente mettersi “online” con il suo business?

Come accennato prima, il nostro servizio "UPS Economy" è una soluzione conveniente che soddisfa la crescente domanda di spedizioni transfrontaliere di piccole dimensioni e di peso ridotto. Risponde quindi alle esigenze di quelle aziende che vogliono espandere i propri servizi di e-commerce in tutto il mondo, consentendo allo stesso tempo ai nostri clienti più piccoli di competere nel mercato come micro-multinazionali.

In aggiunta, "UPS Digital Access Program" include collaborazioni con le principali aziende di e-commerce specializzate nella generazione della domanda, nella gestione degli ordini, nell'hosting di negozi web, nella spedizione e nei resi. Con questo programma stabiliamo relazioni preferenziali con le principali piattaforme digitali per migliorare vari aspetti dell'e-commerce e fornire loro una gamma completa di servizi: le PMI hanno così l'opportunità di fornire la stessa esperienza cliente di alta qualità delle grandi aziende di e-commerce.

Anche le soluzioni immediate e di semplice utilizzo di "UPS Ready", grazie ad applicazioni di terze parti integrate con gli strumenti tecnologici di UPS, semplificano le operazioni grazie all'inserimento degli ordini on-line e consentono ai clienti di accedere alle funzioni di spedizione e ricerca di UPS.

UPS trasporto Vino

Un aiuto a chi vuol fare un salto nel futuro

Come funziona la filiera del recapito porta a porta? Se io sono un produttore, per esempio di vini (scelta non casuale), e non possiedo una rete di recapito posso affidarmi a un corriere per gestire le mie spedizioni? Lo stesso vale anche per alter tipologie di attività?

Affianchiamo le aziende vitivinicole offrendo servizi business to business in più di 70 paesi e business to consumer in più di 50, mettendo a disposizione la nostra esperienza consolidata in ambito doganale e costruzione della supply chain assieme alla competenza per gestire al meglio le sfide e i vantaggi del commercio globale.

Forniamo quindi alle aziende vitivinicole quelle risorse che potrebbero non avere internamente, dando loro informazioni utili alla scelta dei mercati da raggiungere e accompagnandole, allo stesso tempo, nella trasformazione del loro modello di business grazie al nostro know-how e alla nostra tecnologia perché il digitale diventi un ulteriore volano per la crescita.

Tra i servizi dedicati al settore vinicolo troviamo: packaging certificato eco sostenibile, possibilità di proteggere le spedizioni coprendo il valore di vendita, un servizio dedicato all’enoturismo che permette alle aziende di spedire vino negli Stati Uniti (27 stati) in modo conforme.

UPS Van Milano

Le autorità locali tutelano sufficientemente il settore della consegna a domicilio? Cosa potrebbe essere migliorato dagli enti locali per garantire una circolazione fluida e sicura anche considerando ovviamente le diverse tipologie di centri urbani (Roma è diversa da Milano o da Siena e da Matera?

L’emergenza Covid-19 ha messo in evidenza alcuni settori chiave come la logistica e in particolare il trasporto merci. UPS, senza mai fermarsi, ha contribuito a garantire i suoi servizi in Italia, attraverso la puntuale consegna dei beni.

Auspichiamo che le singole municipalità e le regioni, nel mantenere le specificità e le esigenze proprie di ciascun territorio, adottino delle linee guida comuni e condivisibili che garantiscano coerenza ai cittadini e salvaguardino il settore della logistica, sempre in prima linea durante l’emergenza.

UPS e Arrival

Quali sono le tecnologie/soluzioni di mobilità che UPS sta sperimentando per migliorare/ottimizzare le consegne dell’ultimo miglio sia in grandi agglomerati sia nei piccoli centri urbani o suburbani?

Anche in Italia UPS mette in campo tecnologie che combinano soluzioni a basse emissioni con sistemi innovativi di gestione delle consegne, come ad esempio i servizi di UPS Access Point un network di "punti di accesso" al consumatore che semplifica la gestione delle consegne a domicilio: consolidandole presso una sede UPS Access Point, si riducono il numero delle fermate degli autisti e il numero di riconsegne.nPer le consegne nei centri urbani puntiamo sulla ciclo-logistica, il settore della consegna finale delle merci in città, soluzione efficiente, ma oggi più che mai sarà ancora più importante.

UPS Cargo eBike

In alcune città italiane UPS opera, attraverso i suoi fornitori autorizzati di servizio, con tricicli a pedalata assistita, riforniti da un furgone UPS che funziona da “centro di smistamento” ed effettua nell’area solo le consegne dei pacchi di dimensioni maggiori. Con una capacità di carico di 300 kg per 1,5 metri cubi di volume, possono percorrere fino a 60 km con una sola carica. A Milano, sempre attraverso fornitori autorizzati di servizio, UPS utilizza Cargo Bike Bullit a pedalata muscolare dotate di un vano di carico con una capacità di circa 100 kg.

Inoltre, a livello globale, tecnologie all’avanguardia come i droni possono assolvere a funzioni commerciali e anche rispondere a emergenze umanitarie. I progressi e gli sviluppi nel settore Healthcare mostrano le varietà di casi d'uso per la consegna via drone.

[cover] ups Guida autonoma

Le auto a guida automatica sono già una realtà con i camion non così lontani. UPS ha recentemente annunciato la collaborazione con Arrival che fornirà ulteriori 10.000 unità dotate di ADAS (Advanced Driver-Assistance Systems), una tecnologia progettata per incrementare la sicurezza e l'efficienza operativa, inclusa la possibilità di automatizzare gli spostamenti presso i magazzini UPS.

Gallery: UPS Delivery Service