Arriverà su mercato entro il 2020 e promette oltre 300 km di autonomia. Mantenute tutte le misure della versione termica

Il brand Citroën presenta tutti i dettagli del suo mid van elettrico ë-Jumpy. Questa versione 100% elettrica di Jumpy si presenta come alternativa alle alimentazioni tradizionali sopratutto per ambienti urbani dove si possono sfruttare le agevolazioni di accesso consentite ai veicoli a trazione elettrica, ma anche nelle aree extraurbane grazie alla possibilità di avere un’autonomia fino a 330 km (ciclo WLTP) adeguata alla maggior parte dei tragitti.

Costruito sulla piattaforma multi-energy EMP2 di Groupe PSA, questa versione elettrica di Jumpy è offerta con due diverse potenze per la batteria, garantendo due differenti autonomie: 230 km in ciclo WLTP (disponibile nelle versioni XS, M, XL) con una batteria da 50 kWh e 330 km in ciclo WLTP (disponibile nelle versioni M ed XL) con una batteria da 75 kWh.

Stesse caratteristiche del fratello termico

Entrambe le soluzioni offrono al batteria agli ioni di litio, montata all’interno del telaio della piattaforma in modo da mantenere il vano di carico inalteratoNuovo ë-Jumpy, dunque, offre tutti i vantaggi dell’architettura della versione termica. È disponibile, infatti, in 3 lunghezze, inclusa quella da 4,60 m che ha un volume di carico fino a 5.1 metri cubi.

Molte delle versioni di ë-Jumpy hanno un’altezza contenuta a 1,90 m per garantire al veicolo l’accesso a zone come, parcheggi sotterranei, centri commerciali. Il volume massimo di carico arriva fino ai 6,6 metri cubi della versione XL con una portata massima i vertici del segmento con 1.275 kg.

Fino a 136 CV di potenza massima

La potenza è di 100 kW (136 CV) per 260 Nm di coppia. La velocità massima di 130 km/h in tutte le modalità di guida (Eco, Normal, Power). Disponibili 3 modalità di ricarica: quella domestica con un cavo di tipo 2, compatibile sia con una presa standard 8A sia con una da wallbox da 16A che dimezza i tempi.

La ricarica rapida privata o pubblica con wallbox a ricarica rapida e un cavo di tipo 3 a 32 A consente di ricaricare da 3,7 a 22 KW per un tempo minimo di 8 ore da 0 al 100%. Infine, la ricarica super rapida, con cavo di tipo 4 da una stazione di ricarica pubblica con il cavo incorporato nella colonnina e fino a 100 kW, permette di ricaricare la batteria da 50 kWh all’80% in 30' e da 75 kWh in 45'.