Sostegno alle imprese, proroga delle autorizzazioni, blocco delle revisioni. Sono alcuni dei provvedimenti messi in campo dal MIT

Il Decreto Cura Italia introduce una serie di importante norme volta a sostenere cittadini e imprese in questo momento in cui il paese è colpito dal contagio da Coronavirus. Come logico che sia ne beneficia anche il trasporto il cui ruolo cruciale è stato più volte evidenziato anche dalle istituzioni.

Sono state inserite quindi fondamentali misure a sostegno degli autotrasportatori che, come scrive in una nota il Ministero: "stanno compiendo, assieme a tante altre categorie, un sacrificio straordinario ed essenziale per la tenuta economica e sociale del Paese". Più in generale il provvedimento riguarda anche i gestori di trasporto merci e trasporto passeggeri, terrestre, aereo e marittimo, dei taxi e delle imprese di noleggio con conducente".

Vediamo quali sono i provvedimenti.

Fiscalità e ammortizzatori sociali

Per l’intero settore è stata introdotta l'estensione della cassa integrazione per tutelare le aziende e i lavoratori. Inoltre, verranno sospesi fino al 30 aprile i versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali, insieme con gli adempimenti tributari con scadenza compresa tra l’8 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020 oltre che dei versamenti dei premi di assicurazione obbligatoria per i periodi di marzo e aprile.

Sospese le revisioni

L’articolo 92 del Decreto prevede l’autorizzazione alla circolazione sino al 31 ottobre 2020 di tutti quei veicoli da sottoporre a revisione entro il 31 luglio 2020. Lo stesso vale per le visite di approvazione e collaudo. Una norma che mira a consentire di continuare a svolgere tutte le attività senza interruzioni in considerazione anche del fatto che gli uffici delle motorizzazioni lavorano con attività ridotta.

Prolungate le validità delle patenti

Nel provvedimento viene introdotta anche una proroga fino al 15 giugno della validità dei certificati, degli attestati e dei permessi autorizzativi concessi, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020.

Proroga fino al 31 agosto anche della validità dei documenti di identità e di riconoscimento, comprese le patenti di guida e le patenti nautiche. In questo senso il ministero dei Trasporti deve ancora pronunciarsi per raccordare il provvedimento che disponeva la proroga della validità dei CQC e dei patentini ADR fino a ora al 30 giugno

Sostegno al trasporto persone

Per quanto riguarda il trasporto persone. Il Decreto prevede un contributo di 2 milioni di euro ai taxi e alle imprese con noleggio di conducente perché si possano dotare di divisori da installare negli abitacoli tra l’autista e i passeggeri.