A pochi mesi dell'ultima "imboscata", questa volta è stata sorpresa la versione Multivan e ha tutta l'aria di essere "quella giusta"

Le prime immagini-spia del Volkswagen Transporter di settima generazione hanno iniziato a circolare nel 2018, ma allora si trattava di muletti allestiti sulla carrozzeria del modello attuale. Anzi, secondo qualcuno "semplicemente" di versioni 6.1, ovvero l'ultimo aggiornamento del T6. Quelle che vi abbiamo mostrato a ottobre 2019, invece, a quanto pare erano già le definitive, come conferma l'ultima "caccia" fotografica che oggi ci mostra qualche nuovo elemento. 

A guardarlo bene, il veicolo sorpreso in questa nuova serie di scatti è identico a quello immortalato lo scorso ottobre, solo che questa volta lascia qualcosa in meno alla fantasia: privo di mascheramenti sui montanti anteriori e sui finestrini posteriori, si conferma essere una versione passeggeri Multivan e soprattutto ci dice molto sul nuovo stile della carrozzeria.

Volkswagen T7 Multivan, su strada la versione definitiva

Visibilità migliorata

La cosa che più balza all'occhio sono proprio i montanti anteriori sui quali è comparsa un'ampia sezione trasparente che migliorare la visibilità. Inoltre, i fari appaiono di nuovo disegno e molto probabilmente full LED, mentre posteriormente i fanali verticali dell'attuale Multivan hanno lasciato il posto ai cluster orizzontali in stile Touran e anche questi hanno l'aria di essere a Led.

Volkswagen T7 Multivan, su strada la versione definitiva

Inoltre, sotto la targa si vede quello che sembra un radar al servizio di ADAS come la frenata automatica d'emergenza e il cruise control intelligente, a conferma del fatto che la nuova generazione farà il pieno anche di sicurezza.

Volkswagen T7 Multivan, su strada la versione definitiva

Cambia stile e non solo

A scanso di equivoci, se la serie 6.1 è stata un restyling avanzato, mentre il T7 è interamente riprogettato e con parecchie novità: nasce sulla paittaforma "universale" MQB e a, quanto pare, ha un corpo vettura più basso di circa 6 cm, anche se non è facile dedurlo da queste immagini, per rendere più agevole salire e scendere ma anche dare una mano all'aerodinamica che deve anche contribuire alla riduzione dei consumi.

Alcuni rapporti suggeriscono che il nuovo Multivan abbia molto in comune con le autovetture del marchio, inclusa una possibile versione ibrida plug-in che utilizzerebbe la meccanica della Golf GTE. Anche per questo potrebbe, almeno inizialmente, non essere declinato anche nella versione furgone ma lasciar proseguire la carriera della generazione precedente nelle varianti per usi commerciali. In ogni caso, difficilmente arriverà prima del 2021.

Gallery: Volkswagen T7 Multivan, le foto spia "defnitive"