La Casa di Martorell ha iniziato a far circolare sulle strade iberiche maxi-convogli con rimorchi doppi, che costano e inquinano meno

Mentre una parte del mondo dei trasporti si arrovella su come "alleggerire" la movimentazione su gomma, qualcuno tenta invece la via opposta puntando su camion di lunghezza extra. Una soluzione che piace alle industrie, serpe più interessate ai Gigaliner o Euro Combi che consentono di ottimizzare le tratte spostando più merce con un solo viaggio. Tra i favorevoli c'è anche Seat, che ha introdotto la novità in Spagna e utilizza i super-tir su ben 4 tratte.

Meno inquinamento, più profitto

Il costruttore spagnolo di auto ha iniziato nel 2018 ad avvalersi di convogli extra, sperimentando prima i Gigatrailer, con un rimorchio da 8 metri e uno da 13, per una lunghezza complessiva di poco superiore ai 25 metri e un carico utile di 60 tonnellate, e i Duo Trailer, con due rimorchi da 13,6 metri e lunghezza complessiva di 31 metri per una portata di 70 tonnellate.

L'opportunità di movimentare più merce con meno movimento consente risparmi nei costi di logistica compresi tra il 22% e il 25%, riduce la CO2 emessa di quasi il 15% e l'ingombro su strada di quasi il 30% rispetto allo stesso volume di merce trasportato con convogli tradizionali.

Gigaliner, a qualcuno piacciono lunghi

I "treni" al servizio delle auto

Seat impiega i super-convogli sulle tratte che collegano la fabbrica di Martorell con il centro  Teknia ad Azuqueca de Henares (Madrid), specializzato in finiture interne, la Global Laser a Ribera Baja (Álava) dove si lavorano lamierati, la Gestamp e la KWD di Orcoyen (Navarra) altre due fabbriche di componenti metalliche per carrozzeria.

Secondo Christian Vollmer, vicepresidente per la produzione e la logistica di Seat, utilizzando il Duo Trailer e Giga Trailer per il trasporto merci le emissioni di CO2 scenderebbero complessivamente del 30%. Per questo, la Casa sta testando soluzioni ancora più estreme con  nuovi camion a nove assi da 520 CV.

Gigaliner, a qualcuno piacciono lunghi

Qualcuno non è d'accordo

La sperimentazione è già avviata in Germania, dove 9 Land su 14 hanno dato il via libera alla circolazione in via sperimentale dei Gigaliner. I limiti, che più impensieriscono i contrari, riguardano in realtà la sicurezza e la scarsa adeguatezza di alcune strade, oltre che di ponti e strutture, al passaggio di veicoli con peso complessivo così elevato.

Gigaliner, a qualcuno piacciono lunghi

Ma non è tutto: se il buon senso suggerisce che un camion più carico, per quanto aumenti lo sforzo e il consumo della sua motrice, possa comunque avere un impatto minore di altri due più leggeri, secondo altri punti di vista la soluzione non sarebbe più efficiente: nel 2015, due accademici tedeschi hanno realizzato uno studio, su richiesta dell'associazione tedesca pro-rotaia, sostenendo che i Gigaliner non ridurrebbero affatto traffico e inquinamento su strada.

Questo perché il loro impiego non rappresenterebbe un'alternativa all'impiego di altri camion ma  a quello ferroviario, considerato più virtuoso sotto l'aspetto dell'impatto ambientale e anche della sicurezza in quanto appunto "toglie" veicoli dalle strade.

Gallery: Gigaliner, a qualcuno piacciono lunghi