La Casa giapponese ha inaugurato una piattaforma di servizi di mobilità che include la sua proposta per il lungo termine

Due motivi rendono interessante l’iniziativa Toyota KINTO, la nuova piattaforma globale per i servizi di mobilità che la Casa giapponese ha inaugurato pochi giorni fa e che accoglie al suo interno tutte le soluzioni e le formule, compresi car sharing e noleggio a lungo termine, per tutti i suoi marchi.

Costruire mobilità

La prima è strategica, e conferma la trasformazione, non ancora evidente ma già tangibile, che i costruttori più illuminati stanno realizzando per arrivare a diventare pian piano non più semplici produttori di beni ma fornitori di servizi, In parole povere, il business della produzione e vendita di veicoli lascia pian piano il posto a quello più globale di operatori della mobilità, un processo di cui i mezzi sono soltanto una parte.

Gallery: KINTO, il noleggio secondo Toyota

Nuove insegne per nuove realtà

La seconda è strutturale, e conferma un altro fenomeno, quello della brandizzazione: un marchio per ogni attività dando loro valore e aumentando nella clientela la percezione di qualcosa di organico. Toyota lo ha fatto con la divisione Toyota Professional, creata a metà 2019, che raccoglie i modelli commerciali con l’obiettivo di conferire a quella parte della sua gamma una propria dignità

Filosofia a parte, il servizio Kinto è un progetto portato avanti a livello mondiale, crea un sistema che coordina i vari servizi di mobilità finora solo ”sperimentati” da Toyota. Iniziativa di particolare interesse proprio per le attività commerciali e relativi mezzi.

Toyota ProAce City

Un servizio per ogni esigenza

Il “catalogo”, consultabile sul sito dedicato, si articola con prodotti,  dedicati a ciascuna necessità: KINTO One per noleggio a lungo termine all inclusive (e già attivo) KINTO Share per lo sharing destinato a chi ha necessità più occasionali, KINTO Join per chi, privato o azienda, richiede servizi di car pooling.

A tutti si potrà accedere in modo estremamente flessibile con un contratto di abbonamento base chiamato KINTO Flex, all’interno del quale si potrà passare da una formula all’altra secondo i bisogni.

Toyota Hilux Restyling 2019

Si comincia da...One

Primo già disponibile, KINTO One si rivolge ai clienti business come aziende, piccole e medie imprese, professionisti e clienti privati che tramite una quota mensile prestabilita e senza versare alcun anticipo possono usufruire di un pacchetto tutto compreso che include manutenzione ordinaria e straordinaria, assicurazione, assistenza stradale, cambio pneumatici e altri servizi di mobilità ed è disponibile per il pick-up Hilux e per i commerciali Proace e Proace City nelle varianti furgone o Verso, per il trasporto passeggeri.

Gallery: Toyota Proace | Perché comprarlo... e perché no

Due società dedicate

I servizi sono gestiti dalle concessionarie e dai centri assistenza Toyota, con personale dedicato. Va segnalato che questa innovazione passa attraverso un’importante riorganizzazione attuata creando ulteriori nuove società incaricate di gestire la flotta dei veicoli (Toyota Fleet Mobility) e la piattaforma digitale a cui si appoggia l’intero flusso di dati (Toyota Connected Europe) che il colosso giapponese utilizzerà anche per proseguire la ricerca nella guida autonoma.