Il magazine californiano indica nel pick-up elettrico il progetto più interessante degli ultimi anni, non solo per lo stile di rottura

Controverso ma sempre al centro dell'attenzione, Tesla Cybertruck, il pick-up elettrico partoprito dall'azienda del vulcanico Elon Musk, pare aver fatto presto dimenticare le polemiche sull'eccessiva essenzialità del suo aspetto, tanto da ritrovarsi addirittura nominato "Concept Car dell'anno" dalla rivista Automobile.

Perché sì

Le ragioni stanno proprio nell'unicità del progetto, non soltanto stilistica per la verità: ai forti richiami ad atmosfere alla "Blade Runner" e a quel non-so-che di James Bond si uniscono aspetti tecnici e pratici come la struttura monoscocca, le sospensioni attive, il letto pieghevole e la vocazione familiare. Del resto, 250.000 ordini nel cassetto a fine 2019 (stando alle dichiarazioni della Casa), per un veicolo che sarà su strada soltanto l'anno prossimo, valgono qualcosa.

Gallery: Tesla Cybertruck

Si ama o si odia

Automobile non trascura la classica osservazione che si fa sempre in questi casi: gli oggetti "polarizzanti", ossia capaci di attirare l'attenzione, sono cose che o istintivamente ami o detesti, senza nessuna via di mezzo.

"Alcune recensioni delle prime ore dopo reveal - si legge nella nota dei redattori - lo hanno tacciato come manifestazione di brutalità senza fantasia, rozza, brutta e totalmente priva di praticità. È certamente diverso dai pick-up tradizionali, che a parte le dimensioni non hanno davvero cambiato concettualmente nulla in 100 anni. Meglio delle decine di milioni di pickup del secolo scorso? Resta da vedere, ma come concept car è emozionante e molto interessante".

Chi fosse interessato a leggere in originale il testo dell'articolo, lo trova qui

Gallery: Tesla Cybertruck le foto del debutto