Al trash non c'è mai fine, ma stavolta con il pick-up di Elon Musk, pensiamo si sia arrivati a livelli estremi

Come se non bastassero le polemiche e il "rumore" che ha già ha suscitato il Cybertruck e che crediamo continuerà a suscitare fino a quando non lo vedremo finalmente in marcia su strada e fuori. In questo periodo di Natale si aggiunge altra carne (o meglio lana) al fuoco.

Complice la tradizione Nord Americana dei super trash maglioni natalizi croce e delizia degli anglosassoni. Come poteva quindi mancare dall’abbigliamento più utilizzato per fare ironia intorno al 25 dicembre l’argomento più virale della fine dell’anno?

Un successo anche sui maglioni?

Se vogliamo farci due conti considerando che il controverso pick-up elettrico ha già archiviato qualcosa come 250mila pre ordini, non è difficile immaginare come anche il discutibile maglione natalizio che lo immortala in tutta la sua cyber-tecno originalità possa far breccia nel cuore di chi ha voglia di fare un po’ di sarcasmo il giorno di Natale.

Tesla Cybertruck, i maglioni natalizi

Purché se ne parli...

In ogni caso, nel bene o nel male purché se ne parli, pubblicità, sempre e in ogni caso, e per di più gratuita. Elon Musk non investe in spot o promo per supportare i suoi modelli lasciando il compito ai social e al passaparola. E come ha dimostrato anche questa volta, riesce a ottenere comunque sempre copertura...

Tesla Cybertruck, i maglioni natalizi

Le felpe e i maglioni nella gallery sono andati a ruba in occasione del Black Friday, qui il sito del produttore nel caso voleste fare una acquisto dell’ultimo minuto.

Gallery: Tesla Cybertruck, i maglioni natalizi